Avvocati, il reddito resta una questione di genere

Si tratterà della disparità economica tra i sessi nella professione forense durante il convegno “Avvocate e denaro. Istruzioni per l’uso” organizzato da VE.G.A., Veronesi Giuriste Associate: l’incontro si terrà il 9 marzo alle ore 12 nella sala convegni della Banca Popolare di Verona.

Resta ancora troppo ampio il divario di reddito tra uomo e donna nella professione forense.

Basta guardare i numeri: a fronte di un numero sempre maggiore di avvocate sia in Italia che a Verona, dove a oggi risultano iscritti all’Albo 1369 avvocati e 1174 avvocate, le donne continuano a guadagnare meno dei loro colleghi maschi. Riguardo al reddito professionale le donne percepiscono in media 22.070 euro a fronte dei 53.503 euro degli uomini (58,8%), laddove il volume d’affari per le prime è in media di 30.775 euro mentre per i secondi è di 81.871.

Di questo e delle cause della disparità economica tratterà il convegno “Avvocate e denaro. Istruzioni per l’uso” organizzato da VE.G.A., Veronesi Giuriste Associate mercoledì 9 marzo alle ore 12 nella sala convegni della Banca Popolare di Verona in Via S. Cosimo 10. Il convegno si inserisce nell’ambito della manifestazione OTTOMARZO. Femminile, plurale promossa dall’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Verona in occasione della Giornata Internazionale per i diritti delle donne.

«Se a causa della crisi – evidenzia Elisabetta Baldo, presidente di VE.G.A – si registra per gli avvocati un calo dei redditi del -4% in Italia nel 2014, la perdita per le donne è sempre maggiore con una differenza a due cifre rispetto ai colleghi maschi. Tuttavia, nel convegno, oltre a specificare i dati, analizzeremo anche altri motivi che determinano questa disparità. C’è, ad esempio, per alcune professioniste, una difficoltà a far valere il proprio lavoro, a chiedere e ottenere il giusto riconoscimento economico da parte dei clienti. Insomma le donne soffrono ancora di insicurezza che le penalizza sia nella carriera che nei redditi”.

Dopo i saluti di Elisabetta Baldo, presidente Veronesi Giuriste Associate, di Anna Leso, Assessore Servizi sociali – Famiglia – Pari opportunità del Comune di Verona, di Alessandro Rigoli, presidente dell’Ordine degli avvocati di Verona e di Gessica Todeschi, presidente comitato pari opportunità del consiglio dell’Ordine degli avvocati, interverrà Nicoletta Ferrari, avvocata veronese che parlerà del tema “Avvocata: quanto mi costi? Disamina di genere dei redditi professionali forensi“.

Che cos’è che mi manca? Il valore del nostro lavoro dipende solo da noi stesse” sarà l’intervento di Silvia Azzini, psicologa e psicoterapeuta in Verona. Le avvocate Barbara Bissoli e Beatrice Rigotti porteranno una propria esperienza personale.