Appalti truccati. Operazione dei baschi verdi nel Triveneto

Maxi indagine dei finanzieri del comando regionale del Friuli Venezia Giulia nell’ambito di un’indagine riguardante appalti “truccati” di opere pubbliche per un valore di oltre un miliardo di euro. Tra le decine di società indagate in giro per l’Italia, anche l’aeroporto di Villafranca.

C’è anche la società Aeroporto “Valerio Catullo” di Verona Villafranca s.p.a. tra le stazioni appaltanti indagate dalla Guardia di Finanza del Friuli-Venezia Giulia che, dall’alba di oggi, ha dato il via in tutto il Triveneto e sul territorio nazionale ad acquisizioni documentali e sequestri disposti dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Gorizia.

Le indagini riguardano decine di enti pubblici e società nell’ambito di appalti “truccati” di opere pubbliche per un valore di oltre un miliardo di euro. In particolare l’ipotesi è di turbative d’asta tra le imprese coinvolte, associazione a delinquere, inadempimenti, concussione e frodi nella costruzione di opere pubbliche che sarebbero state realizzate utilizzando materiali diversi da quelli dichiarati.