Annullata per pioggia la sfilata di Carnevale a Verona: polemiche sulla scelta

A causa del maltempo il Comitato Bacanal ha annullato la sfilata dei carri. Dopo gli scontri con il Comune degli scorsi giorni, il sindaco Tommasi attacca: «Ora vogliamo capire perché». La festa è comunque continuata al coperto a San Zeno.

Carnevale 2024 Verona
New call-to-action

Niente da fare per il Carnevale di Verona: la comunicazione è arrivata questa mattina dal Comitato Bacanal del Gnoco, a poche ore dall’inizio della sfilata dei carri. A causa del maltempo, infatti, la sfilata è stata annullata per decisione del Presidente del Bacanal Valerio Corradi e alcuni consiglieri insieme allo stesso Papà del Gnoco.

La festa oggi, con la gnocolada, è comunque continuata in piazza San Zeno all’interno della tensostruttura coperta e riscaldata.

Erano attesi in città 19 carri allegorici, 130 gruppi carnevaleschi, con rappresentanti di nove regioni, Croazia e Brasile per un totale di circa 3mila figuranti.

Le motivazioni del Bacanal e dei carnevalanti riguardano la delicatezza di costumi e carri, oltre alla strumentazione elettronica che sarebbe messa a rischio dalla pioggia.

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Le ragioni del Bacanal

«Il maltempo ha fatto sì che da 19 carri se ne siano presentati due. Le bande non volevano suonare per ovvie ragioni di problemi con gli strumenti. Le maschere hanno vestiti molto pregiati e storici, che si rovinerebbero con la pioggia» ha spiegato il presidente del Bacanal Valerio Corradi in un video pubblicato su Facebook dall’assessore del Comune di Verona Federico Benini.

Lo scontro

Dopo gli scontri fra Comune e Bacanal degli scorsi giorni, il sindaco Damiano Tommasi attacca: «Ora vogliamo capire perché».

«Il Presidente del Comitato Carnevale Bacanal del Gnoco Valerio Corradi ha comunicato di aver sospeso la tradizionale sfilata dei carri. Ci dispiace che la tradizionale sfilata non si svolga nonostante il lavoro svolto. Ora va capito perché non si sia potuta svolgere la sfilata che la pioggia non aveva mai fermato» ha dichiarato il sindaco di Verona.

Il Bacanal ha spiegato, con un nuovo comunicato, la propria decisione: «Il Comitato Carnevale Bacanal del Gnoco ha atteso fino a quando è stato possibile, prima di decidere l’annullamento della tradizionale sfilata dei carri del Venardì Gnocolar a causa del tempo avverso e delle previsioni non favorevoli».

«La pioggia però non ha fermato Il Papà del Gnoco che – accompagnato dalla Sua Corte, da majorettes e dalle maschere italiane – ha comunque sfilato da Corso Porta Nuova a Piazza San Zeno, rispettando e onorando la tradizione. La festa continua, grazie alla tensostruttura riscaldata in San Zeno, e sono già tanti gli adulti e i bambini riuniti per festeggiare in allegria nella Piazza simbolo del Carnevale».

Anche lo scorso anno ci furono tensioni fra Comune, Polizia Locale e Bacanal per il percorso della sfilata.

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo

Il movimento civico Traguardi – membro della maggioranza – sulla sua pagina Instagram oggi ha attaccato il Bacanal: «Carnevale senza carri? Impossibile, impensabile! Siamo tristi e amareggiati dalla decisione improvvisa del Bacanal del Gnoco di annullare all’ultimo momento la sfilata dei carri di Venardi Gnocolar».

«Non capiamo le ragioni della decisione degli organizzatori, ma sappiamo che il Comune ha fatto di tutto per garantire lo svolgimento del Carnevale veronese come da tradizione, accompagnando passo passo il Bacanal» dicono da Traguardi. «Chi ha responsabilità di questa decisione dovrà spiegare chiaramente alla città cos’è accaduto. Nel frattempo, non togliamoci le maschere e proviamo a festeggiare ugualmente questo strano carnevale senza carri».

LEGGI LE ULTIME NEWS

La sfilata del Papà del Gnoco e la festa in piazza San Zeno

Il Comitato Bacanal chiede una nuova data

«Il protrarsi del brutto tempo e le previsioni che non lasciavano speranza di miglioramento, non hanno permesso ai carri allegorici, caratterizzati da alta artigianalità e tecnologia, di sfilare in una condizione ottimale che non potesse compromettere il prezioso lavoro di un anno; senza contare che la pioggia non avrebbe permesso al grande pubblico di godere appieno della festa carnevalesca» spiega il Comitato Bacanal del Gnoco in un nuovo comunicato diffuso alle 17.30.

«Anche se la tradizione del Venardì Gnocolar è stata onorata dal Papà del Gnoco che con la sua corte, le majorettes e le maschere italiane ha comunque sfilato lungo il percorso prestabilito, da Corso Porta Nuova a Piazza San Zeno, la richiesta della cittadinanza è forte e unanime» scrive il Comitato. «Da Piazza San Zeno, dove la festa è comunque continuata grazie alla tensostruttura riscaldata, il Sire del Carnevale ha interrogato la piazza sulla possibilità di trovare una data alternativa per mettere in scena la grande sfilata di carri. Un “sì” unanime si è levato senza esitazione».

Il Comitato Carnevale Bacanal del Gnoco «si rende disponibile a lavorare per ripianificare l’evento, in una qualsiasi data congrua, che l’Amministrazione Comunale voglia individuare, per venire incontro al desiderio della cittadinanza di celebrare il rituale carnevalesco di lunga storia».