Amazon a Verona, il parere di Tosi

Le parole del consigliere: «Bene Amazon, ma dopo Ikea Sboarina non parli di economia». 

Arriva in mattinata il commento del consigliere Flavio Tosi, che ritiene l’arrivo di Amazon a Verona «Una notizia positiva, da accogliere con favore, perché è sempre importante che una realtà internazionale trovi i suoi spazi a Verona e crei indotto per la città.

«Amazon poterà 30 nuovi posti di lavoro — continua Tosi — e quindi ben venga, anche se poi sarà da valutare l’impatto su Verona Sud di 150 mezzi tra camion e furgoni costantemente su strada. Lo dico perché Sboarina ha fatto campagna elettorale mentendo sul traffico in Zai e dunque non vorrei che ora, lui sì, creasse mega ingorghi, anche perché difficilmente il colosso dell’e-commerce realizzerà nuovi svincoli come invece avvenuto con Bricoman ed Adigeo.

«Sboarina peraltro— conclude il consigliere — ha poco da rallegrarsi: se parliamo di economia, investimenti internazionali e occupazione in città, infatti dovrebbe perlomeno avere il buon gusto di tacere dato che lui è quello del no a Ikea, che di posti di lavoro ne avrebbe portati mille con opere compensative determinanti per la viabilità come la variante alla Statale 12 tra borgo Roma e Ca’ di David. Il peccato originale di Sboarina è quello, un fatto gravissimo che purtroppo avrà ulteriori ripercussioni anche in futuro su chi pensasse di insediarsi a Verona”.