Allerta idraulica gialla per la seconda ondata dell’Adige

In Veneto rimane lo stato di attenzione per criticità idraulica per buona parte dei bacini idrografici regionali.

piena Adige a Verona, domenica 4 ottobre 2020
Adige a Verona, domenica 4 ottobre 2020

L’allerta idraulica “gialla” è riferita, nello specifico, alla seconda ondata di piena del Fiume Adige, con una risalita di livello sopra la prima guardia nelle sezioni in ingresso nel territorio regionale. Nel corso della giornata di domani, martedì 6 ottobre, anche il fiume Po si porterà sopra la prima guardia nel territorio regionale.

Come già preannunciato ieri, in Veneto infatti rimane lo stato di attenzione per criticità idraulica per i bacini idrografici Vene-C, Vene-D, Vene-E, (rispettivamente Adige-Garda e Monti Lessini; Po, Fissero-Tartaro-Canal Bianco e Basso Adige; Basso Brenta-Bacchiglione) da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme/allarme a seconda dell’intensità dei fenomeni. Lo comunica la Protezione civile del Veneto.

Il meteo per oggi, lunedì 5 ottobre, annuncia un’alternanza di nuvole e rasserenamenti; nel pomeriggio possono verificarsi locali precipitazioni, con quota neve solo attorno ai 2100 m.

Nella seconda metà di giornata di domani, martedì 6 ottobre, la probabilità continua a rimanere bassa (5-25%), con piogge locali e a tratti modeste. Per mercoledì 7 ottobre la probabilità di precipitazioni rimane bassa, fino a sera.

Alla luce delle previsioni meteo per le prossime ore, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha emesso un avviso di criticità, valevole dalle ore 14 di oggi, lunedì 5 ottobre, fino alle ore 20 di mercoledì 7 ottobre.

Guarda il servizio di domenica 4 ottobre