Agsm, appalti da 190 milioni per la pubblica amministrazione

Agsm Energia si è aggiudicata la gara indetta da Consip che interesserà quasi 13mila punti di fornitura luce e gas alle amministrazioni pubbliche di Toscana, Lazio, Calabria e Sicilia, generando una crescita del 27%.

Agsm Energia, la società commerciale del Gruppo Agsm che opera nel settore della produzione e distribuzione di energia elettrica e calore, distribuzione di gas e servizi di telecomunicazioni, erogherà energia elettrica alle amministrazioni pubbliche di Toscana e Lazio (con esclusione della provincia di Roma) e gas alle amministrazioni pubbliche di Calabria e Sicilia.

L’esito della gara è stato confermato da lettere di aggiudicazione il 16 e 19 novembre scorso. La fornitura di energia elettrica durerà fino a 18 mesi e riguarderà 12mila punti di fornitura per un totale annuo di circa 950 milioni di kWh e ricavi attesi, secondo la stima di Consip, per 166 milioni di euro. La fornitura del gas durerà 12 mesi e interesserà 800 punti di fornitura per un totale di 35 milioni di metri cubi e ricavi attesi, secondo la stima Consip, di 23 milioni di euro.

La fornitura conferma la capacità di penetrazione di Agsm nella pubblica amministrazione e consentirà all’azienda di incrementare in maniera rilevante la presenza commerciale al di fuori del territorio di riferimento. Agsm infatti si è presentata con proprie offerte su un numero elevato di lotti in gara, uno sforzo pari a quello dei maggiori player del mercato (Eni ed Edison), e superando la più alta concorrenza sino ad oggi registrata in gare di questo tipo, nove competitor con 60 distinte offerte.

“Il successo ottenuto in queste gare nazionali – ha sottolineato Federico Sboarina, sindaco di Verona – va nella direzione auspicata dall’azionista unico di Agsm, ovvero quella di una crescita equilibrata per vie interne, aumentando il peso ed il valore del gruppo, cui affiancare una crescita per vie esterne attraverso aggregazioni come quella che stiamo riprendendo con il Comune e l’Aim di Vicenza dopo che abbiamo riaperto formalmente la discussione la scorsa settimana. Al presidente di Agsm Energia, Mario Faccioli, e al management il plauso per la chiusura di queste operazioni”.

“L’esito della gara è espressione di competitività, elevata qualità dei servizi e apprezzamento che la nostra trasparenza operativa riscuote nel mercato”, ha dichiarato Mario Faccioli, presidente di Agsm Energia.

“Dopo il primo anno all’insegna delle azioni di efficientamento gestionale e di riorganizzazione aziendale, la nuova Agsm passa all’estensione dell’attività sul territorio nazionale, che è uno degli obiettivi del piano industriale strategico 2018-2021”, ha dichiarato Michele Croce, presidente del Gruppo Agsm. “Sottolineo la costante e proficua collaborazione coi vertici di Agsm Energia. L’aggiudicazione di questa importante fornitura ci permette di compiere un importante passo nella direzione della crescita”.