Agsm Aim, scontro a distanza fra Traguardi e Verona Domani

Nelle scorse ore c'è stato un botta-e-risposta, con toni anche accesi e attacchi personali, fra le liste civiche Traguardi e Verona Domani. Continua a tenere banco la vicenda Agsm Aim.

Paolo Rossi di Verona Domani e Beatrice Verzè di Traguardi
Paolo Rossi di Verona Domani e Beatrice Verzè di Traguardi

Continua lo scontro politico su Agsm Aim. Nelle scorse ore c’è stato un botta-e-risposta, con toni anche accesi e attacchi personali, fra le liste civiche Traguardi e Verona Domani. La prima in maggioranza con Damiano Tommasi, la seconda legata all’ex sindaco e attuale consigliere di opposizione Federico Sboarina. Lo stesso presidente di Agsm Aim Stefano Casali fa parte del gruppo di Verona Domani.

Riportiamo di seguito i comunicati integrali delle due organizzazioni politiche.

LEGGI ANCHE: Prostituzione: un locale sequestrato a Verona e due uomini ai domiciliari

Traguardi: «Dalle forze di opposizione arrivano dichiarazioni imbarazzanti»

Il comunicato firmato dai consiglieri comunali di Traguardi Beatrice Verzè (capogruppo), Giacomo Cona e Pietro Trincanato.

«Non possiamo che recepire con imbarazzo le dichiarazioni delle forze di opposizione in merito alla situazione di AGSM AIM».

«Non è mai stata intenzione di questa Amministrazione applicare lo Spoil System per principio o per partito preso, come invece hanno fatto spesso e volentieri le Amministrazioni comunali precedenti, che hanno più volte usato questo meccanismo per ripescare i politici rimasti senza poltrona e prendere in giro i cittadini spacciandoli per manager esperti. Lo stesso Stefano Casali, che è un avvocato, ci risulta essere stato nominato ai vertici di AGSM AIM non tanto per i suoi meriti professionali, quanto piuttosto per una precisa scelta politica che potremmo definire “consolatoria” dopo la mancata elezione in Consiglio regionale nel 2020».

«Ciononostante l’intenzione, come annunciato dallo stesso sindaco Tommasi, era quella di lasciare che il CdA della multiutility giungesse alla scadenza naturale, cercando di lavorare in squadra per il bene della città. Il periodo di riflessione e studio dei verbali e delle vicende societarie testimonia le intenzioni pienamente collaborative di Tommasi, il quale ha voluto sentire direttamente gli amministratori coinvolti nella vicenda, per trarre conclusioni solo a ragion veduta».

Trincanato, Verzè e Cona
Trincanato, Verzè e Cona

«Se ciò non sta accadendo è per colpa delle ripetute omissioni, della mancanza di trasparenza e delle scelte azzardate e lesive dei poteri statutari del socio di maggioranza, il Comune di Verona, perpetrate dai suoi stessi consiglieri in AGSM AIM, Casali e Vanzo, nominati dalla precedente Amministrazione comunale».

«A poco serve ora lamentarsi di ingerenze inesistenti, quando il danno nasce esclusivamente dal comportamento di questi consiglieri di nomina politica. E ai consiglieri comunali che oggi gridano allo scandalo, affermando che Casali e Vanzo hanno agito sempre nell’interesse dell’azienda e dunque della città e dei veronesi, verrebbe da chiedere come mai nessuno di loro ha collaborato con l’Amministrazione da quando è scoppiato il “caso” AGSM AIM, se tutti erano a conoscenza della buona fede di Casali e Vanzo».

LEGGI ANCHE: Pressana, cade nella cisterna e perde la vita

Verona Domani difende Casali: «Il suo curriculum parla da solo. I giovani “traguardini” che esperienze e titoli di studio hanno?»

«Consigliere comunale, assessore, vicesindaco del Comune di Verona, consigliere regionale, candidato alle ultime regionali con più di 8mila preferenze, senza dimenticare il suo prestigioso percorso professionale di avvocato. E questo sarebbe un curriculum di un politico trombato, accontentato con una poltrona consolatoria? Spieghino invece ed illustrino i giovani consiglieri di Traguardi quali sono i loro percorsi scolastici, le loro attività professionali, le loro pregresse esperienze amministrative. Risulta infatti che un loro esponente,  Beatrice Verzè, sia stata l’unico consigliere a dichiarare reddito zero sul sito del Comune. Forse non ha mai lavorato in vita sua. La nomina del presidente Stefano Casali è stata una scelta dettata unicamente da criteri di competenza, professionalità, una ventennale esperienza politica ed amministrativa. Pochi a Verona possono vantare un curriculum simile al suo, sicuramente nessuno tra gli esponenti di Traguardi».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il leader di Verona Domani Matteo Gasparato e il neo presidente di AGSM AIM Stefano Casali.
Il leader di Verona Domani Matteo Gasparato e Stefano Casali

«Invece di lanciarsi in giudizi ed analisi sul prestigioso curriculum di Casali, i consiglieri “traguardini”, da poco eletti in Consiglio comunale, ci parlino un po’ di loro e soprattutto spieghino ai cittadini veronesi cosa hanno fatto da quando sono stati eletti per la città ed i suoi abitanti, a parte le buche nelle panchine e altri flop e figuracce varie, vedi lo stesso caso Agsm. Fa sorridere inoltre sentire parlare il centrosinistra, maestro da sempre in questi campi, sia in ambito veronese, che nazionale, di accuse di poltronismo, ripescaggi in enti, di politici trombati. I nomi emersi dalla stampa in questi giorni sui presunti aspiranti presidenti di Agsm ai quali starebbe pensando il sindaco Tommasi, sono infatti esponenti del PD, loro sì, non Casali, candidati e non eletti, esclusi eccellenti e delusi, dall’ultima tornata elettorale delle politiche”.

I rappresentanti di Verona Domani commentano infine alcune notizie apparse oggi su un quotidiano locale, riguardanti i rapporti tra Agsm e il colosso energetico A2A: «Crediamo che il vero progetto dell’amministrazione Tommasi, ogni giorno sempre più evidente, sia l’aggregazione con A2A, o meglio dire l’annessione di Agsm al colosso milanese. L’ennesima svendita di un patrimonio, di un gioiello veronese, dopo i casi Cattolica, Cariverona e Banco Popolare».

LEGGI ANCHE: L’ex fidanzato la rivede e la minaccia di morte: fermato dalla Polizia

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM