Aggressione “di famiglia” ai carabinieri: denunciati

Denunciati per favoreggiamento personale, rifiuto di indicazioni sull’identità personale, ubriachezza e oltraggio a Pubblico Ufficiale tre famigliari, marito, moglie e cognato, che durante la “Sagra delle ciliegie” di Montecchia di Crosara hanno aggredito due carabinieri.

Favoreggiamento personale, rifiuto di indicazioni sull’identità personale, ubriachezza violenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale i reati commessi da tre persone, marito, moglie e cognato, denunciati dai carabinieri di San Giovanni Ilarione durante la tradizionale “Sagra delle ciliegie” di Montecchia di Crosara.

A dare inizio alla vicenda è stato un 45enne di Montebello Vicentino che, ubriaco, si è avvicinato a due dei militari impiegati per la vigilanza chiedendo il loro intervento perchè era stato aggredito. Alla richiesta dei militari di fornire le generalità e spiegazioni sull’episodio, l’uomo, però, ha reagito violentemente afferrando per un braccio un carabiniere per trascinarlo verso il luogo dell’aggressione. Liberatosi dalla presa, il carabiniere e il collega hanno tentato di bloccare l’uomo per calmarlo e identificarlo. è stato allora che sul luogo sono intervenute altre persone che hanno “fatto scudo” consentendo la fuga dell’uomo.

Le successive indagini hanno consentito di individuare l’auto utilizzata per la fuga e di localizzare l’uomo nella sua abitazione nel vicentino. Inoltre sono stati identificati anche i suoi favoreggiatori, la moglie ed il cognato, anche loro denunciati alla Procura della Repubblica di Verona. Sono in corso anche gli accertamenti per l’identificazione delle altre persone che hanno aiutato l’ubriaco.