Sono in affido gli animali ospitati nel rifugio andato in fiamme a Sona

Non è ancora chiara l’origine dell’incendio che ha interessato il casolare in località Palazzina di Sona lo scorso dicembre. Gli animali erano stati sequestrati prima che la struttura bruciasse.

I 40 animali sono stati affidati alla Lav di Verona subito dopo il sequestro operato dal gruppo forestale dei carabinieri di Verona il  16 dicembre scorso. La situazione in cui vivevano cani e gatti era al limite del possibile: stanze piene di rifiuti, urine e feci mescolate al mangime sparso ovunque.

Il rifugio per animali abbandonati era gestito da una volontaria animalista. I carabinieri forestali hanno portato via i 31 cani, 9 gatti di cui uno è morto e un canarino. La struttura era dunque vuota quando tra il 20 e il 21 dicembre qualcuno appiccò l’incendio. Su quel rogo la procura ha aperto un fascicolo con l’accusa di incendio doloso. Nei giorni scorsi, è emerso che sono state trovate delle lattine contenente liquido infiammabile (sono state trovate delle lattine contenente liquido infiammabile).