Accoltellò Niccolò Bettarini, ai domiciliari

Sarà messo ai domiciliari ma con l’obbligo di frequentare un centro di cura per tossicodipendenti il 30enne che l’estate scorsa aveva accoltellato il figlio di Stefano Bettarini e Simona Ventura.

Davide Caddeo, il 30enne condannato a 9 anni per aver accoltellato a luglio Niccolò Bettarini, figlio di Stefano e Simona Ventura, passa dal carcere ai domiciliari ma con “l’obbligo” di frequentare un centro di cura per tossicodipendenti e una comunità dove dovrà lavorare. Lo ha deciso il gip Guido Salvini su istanza degli avvocati Robert Ranieli e Antonella Bisogno.

Il gip ricorda la “difficile vita” dell’uomo, tossicodipendente dall’adolescenza, e mette in luce la “funzione rieducativa” della pena, anche se non definitiva. (Ansa)