A22, la concessione verrà rinnovata

rinnovata concessione a22

Il via libera alla società inhouse pubblica dopo la riunione del Cipe.

A seguito della riunione del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) di questa sera il rinnovo della concessione dell’autostrada del Brennero-Modena, gestita da una società inhouse pubblica, è cosa fatta. Gli investimenti nei prossimi 30 anni a favore del territorio saranno pari a 4,1 miliardi, nei quali rientrano la terza corsia dinamica tra Bolzano nord e Verona (oltre 1 miliardo) e la terza corsia tra Verona e Modena, nonché il sistema viario Bassa Atesina-Bolzano.

L’accordo prevede anche la costruzione di barriere antirumore per un totale di 230 milioni, nonché sostanziali interventi di rifacimento delle stazioni autostradali e delle aree di servizio.

Sarà introdotta per la prima volta in Italia la cosiddetta tariffa ambientale, con la quale saranno finanziate opere complementari all’autostrada, funzionali allo sviluppo della ferrovia e dell’intero corridoio del Brennero, tra cui gli Interporti di Trento ed Isola della Scala e l’Interporto fluviale di Valdaro. Previsto anche un contributo di 1,7 miliardi per il tunnel del Brennero. (Ansa)