A Vo’ Euganeo riaperti i varchi

Il comune di Vo' Euganeo non è più fisicamente una 'zona rossa'. Nel pomeriggio sono stati riaperti quasi tutti i varchi.

Coronavirus varchi vo' euganeo
Uno dei varchi controllati a Vo' Euganeo

Il comune di Vo’ Euganeo non è più fisicamente una ‘zona rossa’. Nel primo pomeriggio – apprende l’Ansa – sono stati rimossi quasi tutti i varchi di controllo che da 14 giorni filtravano uscite e ingressi nell’area isolata.

«Adesso cominciamo a respirare – dice il sindaco Giuliano Martini – la tensione va allentandosi». I militari dell’Esercito si apprestano a lasciare il paese. Al momento restano presidiati solo due dei 10 check point, sulle strade che confinano con i comuni del vicentino.

Gli ingressi sulle strade che arrivano da Padova, anch’essa divenuta area di isolamento, sono invece aperti al traffico. Senza posti di blocco le auto hanno ripreso ad attraversare il centro di Vo’, così come molti cicloamatori che, nei giorni precedenti, venivano invece rispediti indietro. (Ansa)

LEGGI GLI AGGIORNAMENTI SUL TEMA CORONAVIRUS

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia aveva chiesto ieri, prima della pubblicazione del nuovo decreto, di “liberare Vo’“. In seguito alle norme introdotte dal nuovo decreto, non esistono più “zone rosse”, ma regolamenti più stringenti in Lombardia e altre 14 province fra cui Padova, Treviso e Venezia.