A Sant’Anna d’Alfaedo «prepariamo i centri estivi, aiutando le famiglie»

Il sindaco di Sant'Anna d'Alfaedo Raffaello Campostrini: «Stiamo preparando i centri estivi, anche se non sono facili da organizzare. Aiuteremo le famiglie a far fronte ai maggiori costi».

«Si pensa di essere lontani da certi problemi, ma in questo caso siamo stati colpiti anche noi e inizialmente ha creato una certa paura fra le persone» racconta il sindaco Raffaello Campostrini, ricordando le prime fasi dell’emergenza sanitaria a Sant’Anna d’Alfaedo. «Poi le persone hanno capito in fretta e collaborato con l’amministrazione. Siamo orgogliosi della reazione».

Ora si guarda avanti. «Stiamo preparando i centri estivi, anche se non sono facili da organizzare: pensiamo che i nostri ragazzi ne abbiano bisogno. Cercheremo di aiutare le famiglie, che altrimenti non sanno come far fronte ai maggiori costi. Ci prepariamo a investire risorse anche per l’autunno, tenendo da parte la quasi totalità dell’avanzo di amministrazione, in vista delle criticità che potranno sorgere e per far ripartire il sistema economico».

Sant’Anna d’Alfaedo

«Il nostro territorio è sparpagliato in tante frazioni e piccole contrade. Siamo a nord della Valpolicella, sotto l’area del Corno d’Aquilio, e siamo anche sul versante della Valdadige. Siamo quindi la propaggine estrema della Valpolicella, ma anche il collegamento con la Lessinia. Siamo circa 2500 abitanti su 43 chilometri quadrati» spiega il sindaco Campostrini.