A Lugagnano una serata per ricordare il disastro di Vaia

Il 27 agosto si terrà "Ferite nella Foresta", una serata di musica, proiezione video e racconti per ricordare il disastro della tempesta di Vaia, che nel 2018 ha colpito le montagne del Triveneto, abbattendo oltre 14 milioni di alberi. L'evento è sostenuto da Bando alle Ciance 2020.

Giovedì 27 agosto alle 21.15 al parcogiochi “Germano Tortella” di Lugagnano di Sona avrà luogo l’evento “Ferite nella Foresta”, organizzato da EVento tra i Salici con la collaborazione del Comune di Sona, di Da Vicino Concerti, del Progetto VAIA e Giano’s Lab. L’evento è sostenuto da Progetto Bandito e Bando alle Ciance 2020.

“Ferite nella Foresta” è un evento culturale a tema ambientale il cui scopo è sensibilizzare sul disastro della Tempesta di Vaia che a fine ottobre 2018 ha colpito le montagne del Triveneto causando l’abbattimento di 14 milioni di alberi. La rassegna ha quindi come scopo quello di sensibilizzare sul cambiamento climatico e avvicinare al mondo della montagna e della natura in generale con senso di responsabilità e rispetto.

La serata prevede un’introduzione del tema a cura di Maximiliano Costa, dottorando presso il dipartimento TESAF (Territorio e Sistemi AgroForestali) dell’Università di Padova. Si procederà con lo spettacolo del progetto VAIA, un progetto musicale cantautorale composto da Carlomaria Mecenero di Arzignano e Pietro Cuppone, che a fronte del disastro ambientale hanno scritto alcuni brani sul tema. L’esibizione sarà accompagnata da delle proiezioni video realizzate in loco e il racconto di chi come loro ha visto il disastro ambientale da vicino.

Ingresso gratuito su prenotazione, da effettuare fino al giorno precedente lo spettacolo su Eventbrite o chiamando il numero 3405362115 (nei soli giorni feriali, dalle ore 14.00 alle ore 20.00). Saranno rispettate le normative vigenti sulla sicurezza.