A Bovolone «in programma tante infrastrutture»

«Come comune abbiamo programmato diversi interventi sulle infrastrutture per il futuro» afferma il sindaco di Bovolone Emilietto Mirandola.

«L’impatto del Covid-19 è stato nella media del resto della provincia. Siamo riusciti a mantenere isolata la casa di riposo, che abbiamo salvaguardato dal virus. Siamo intervenuti in vari settori, con le ordinanze e il monitoraggio dei casi. Abbiamo anche aperto nuovi canali di comunicazione con i cittadini» racconta il sindaco di Bovolone Emilietto Mirandola.

«Stiamo provvedendo al rimborso del trasporto scolastico, abbiamo lasciato invariata la retta dell’asilo, stiamo distribuendo un contributo di 35mila euro per aiutare le associazioni che organizzano i centri estivi. Per l’apertura delle scuole siamo in contatto con l’istituto comprensivo» sono alcune delle iniziative del comune di Bovolone.

«Ora dovremo affrontare i problemi economici. Come comune abbiamo programmato diversi interventi: abbattimento di barriere architettoniche per 150mila euro, manutenzione straordinaria dell’impianto natatorio 450mila euro, sistemazione di via Romanetto altri 450mila euro, ristrutturazione dell’ex istituto scolastico altri 100mila euro» sono alcuni degli interventi programmati dall’amministrazione. «Con il comune di Oppeano stiamo programmando la nuova scuola primaria di Villafontana, per quasi 3 milioni».

Comune di Bovolone

«Il Comune di Bovolone è uno dei più grandi della provincia, anche se siamo tagliati un po’ fuori dalle infrastrutture e dal turismo. Bovolone vive di artigianato e agricoltura. Un paese molto laborioso, che però si è trovato in difficoltà con la crisi del settore del mobile. Abbiamo una frazione, Villafontana, condivisa con Oppeano e Isola della Scala. Poi abbiamo cinque contrade che sono un polmone per la comunità, attive con il volontariato» spiega il sindaco di Bovolone Emilietto Mirandola. «Abbiamo un ospedale a cui teniamo molto, e speriamo di mantenere certi servizi nonostante i tagli alla sanità».