I 152 anni della Polizia locale veronese

Una piazza Bra gremita di gente e anche di bambini stamattina per la cerimonia che ha festeggiato i 152 anni dalla fondazione della Polizia municipale di Verona. Oltre 38 mila interventi, più di 62 mila persone identificate, quasi 183 mila veicoli controllati. Sono solo alcuni dei numeri snocciolati dal comandante Luigi Altamura durante la festa alla presenza del sindaco Federico Sboarina e del Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana.

Le Istituzioni erano tutte rappresentate, questa mattina, in piazza Bra, alla festa per i 152 anni della Polizia municipale di Verona. Anche il governo era presente con il Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana. E poi l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato, i parlamentari scaligeri, i rappresentanti di Regione e Provincia, le autorità militari, civili e religiose, per ringraziare, come ha sottolineato il sindaco Federico Sboarina, “tutti gli agenti che, ogni giorno, lavorando per la nostra città, garantiscono la sicurezza di cittadini, visitatori e turisti”.

“Verona merita di essere riconosciuta città metropolitana – ha detto Sboarina -, non solo per i suoi eventi, manifestazioni e fiere, ma anche per l’impegno e i risultati ottenuti dalle nostre Forze dell’Ordine, resi possibili da una proficua collaborazione con l’attuale governo. Basti pensare al progetto ‘Scuole sicure’, per il quale siamo già operativi con controlli antidroga, alle richieste avanzate pochi mesi fa e già recepite dal decreto sicurezza, come l’uso del taser e l’allargamento dell’area di applicazione del daspo urbano. Oggi il mio ringraziamento va alle Forze dell’Ordine scaligere, per il coordinamento che hanno saputo mettere in campo nell’ultimo anno. I nostri agenti stanno già facendo il massimo. Allo stesso tempo non posso che esprimere il mio grande orgoglio per la collaborazione e il senso di comunità che ogni giorno dimostrano i cittadini veronesi. Tutti insieme possiamo fare la differenza e far crescere la nostra città. – ha concluso il sindaco – Ecco perché è importante che oggi siano qui presenti i bambini di alcune scuole veronesi. Come Amministrazione, stiamo lavorando per coinvolgere i giovani al fine di trasmettere l’amore per la patria e per il tricolore”.

“La Polizia municipale di Verona è considerata una delle migliori d’Italia, un esempio di impegno nella lotta all’illegalità – ha detto Fontana -. Verona, con i suoi grandi eventi e flussi turistici, richiede sforzi aggiuntivi. Solo lavorando insieme possiamo ottenere grandi risultati. Penso all’uso irregolare dei pass disabili, alle tante locazioni turistiche abusive, fenomeni sui quali siete impegnati tutti i giorni e che sono all’attenzione anche del governo. Grazie perché con il vostro lavoro garantite alla città di Verona di essere così bella e sicura”.

“Solo nell’ultimo anno sono stati effettuati oltre 38 mila interventi, più di 62 mila persone identificate, quasi 183 mila veicoli controllati, 1733 incidenti stradali rilevati, 1856 persone allontanate – ha spiegato il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura -. Grazie al nuovo regolamento approvato dal Consiglio comunale è stato introdotto il daspo, che ha già dato importanti risultati. Resta alta l’attenzione alle occupazioni abusive, così come allo spaccio di droga e alla prostituzione. Intensa è l’attività dei vigili di quartiere. Grazie ad una collaborazione con la Prefettura stiamo portando avanti una campagna repressiva contro l’uso dei cellulari alla guida e il mancato rispetto dei semafori, attività che solo nel mese di settembre ha portato a 200 sanzioni e oltre mille punti decurtati dalle patenti. Ecco perché ringrazio tutti gli agenti e gli ufficiali per l’intenso lavoro reso alla città”.

Durante la cerimonia sono stati premiati quanti nel corso dell’anno si sono contraddistinti per operazioni di servizio o arresti e indagini di polizia. Si tratta del commissario principale Claudio Longega, del vicecommissario Tiziano Zaffaroni, degli agenti scelti Marco Gazzi, Gianluca Orzilli, Giuseppe Cancilleri, Erica Zanini, Domenico Strozzieri e Gianbattista Cavalli. Il sindaco ha conferito un attestato di riconoscimento anche ai Nuclei Cinofili di Venezia e Brescia per la proficua e consolidata collaborazione con il comando dei vigili di Verona, che ha permesso di arrestare 12 spacciatori e di sequestrare oltre 400 grammi di sostanze stupefacenti solo nell’ultimo anno. Consegnati infine gli attestati di benemerenza al personale che nell’ultimo anno ha lasciato il servizio per raggiunti limiti d’età, i commissari Renzo Compri e Gian Attilio Preto Nicolis, il vicecommissario Ugo Dalla Vecchia, l’assistente scelto Gianpaolo Bonomi, l’avvocato Alberto Rigo e l’amministrativa Adriana Fontanabona. Una targa è andata anche al gruppo Avis della Polizia Municipale, che quest’anno celebra il 50° anniversario dalla sua fondazione.

La cerimonia è iniziata questa mattina con la deposizione di una corona alla memoria dei caduti all’interno del comando di via del Pontiere e con una messa officiata nella chiesa di San Domenico. In piazza Bra erano presenti i bambini della scuola elementare Agli Angeli e della scuola dell’infanzia Leonardi, accompagnati dagli insegnanti.
Guarda il servizio: