Decreto Natale e Super Green Pass: tutte le novità

Si è svolta ieri la conferenza stampa del premier Draghi per illustrare le novità per il Natale 2021: sarà un Natale "normale" e senza restrizioni per chi avrà il Green Pass rafforzato, ovvero il certificato ottenuto tramite vaccinazione o guarigione dal Covid-19.

Mario Draghi Super Green Pass
Mario Draghi durante la conferenza stampa di ieri, 24 novembre 2021

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che introduce, dal 6 dicembre al 15 gennaio, il cosiddetto Super Green pass, vale a dire il certificato verde valido solo per le persone vaccinate o guarite dal Covid. Non sarà più sufficiente il tampone quindi, per prendere parte a determinate attività.

LEGGI LE ULTIME NEWS

«Vogliamo conservare la normalità conquistata oggi, non vogliamo rischi – così il premier Draghi ha esordito durante la conferenza stampa di ieri, 24 novembre -. Vogliamo continuare a essere aperti, andare in giro a divertirsi, acquistare, combattere la povertà, avere i ragazzi a scuola, contenti».

Le novità

La durata di validità del Green pass viene ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi. L’obbligo della certificazione viene inoltre esteso a nuovi settori, oltre a quelli preesistenti:

  • alberghi;
  • spogliatoi per l’attività sportiva;
  • servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale;
  • servizi di trasporto pubblico locale.

Terza dose

Il nuovo decreto prevede di estendere l’obbligo vaccinale alla terza dose per i sanitari a decorrere dal 15 dicembre prossimo e con esclusione della possibilità di essere adibiti a mansioni diverse. È stato inoltre confermato l’anticipo della terza dose dopo cinque mesi dall’ultima. Il ministro Speranza ha poi annunciato di volere aprire dal 1 dicembre la terza dose agli over 18 e manifestato l’intenzione di avviare campagne vaccinali, se autorizzate, per la fascia di età 5-12 anni.

Il Super Green Pass

Dal 6 dicembre viene introdotto il Green pass rafforzato: la certificazione valida soltanto per coloro che sono vaccinati o guariti dal Covid. Il Super Green Pass consente di accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla. Verrà dunque richiesto per partecipare a spettacoli ed eventi sportivi, per usufruire dei servizi di ristorazione al chiuso, feste, discoteche e cerimonie pubbliche.

In caso di passaggio in zona arancione, alle attività possono accedere i soli detentori del Green pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il Green Pass rafforzato per lo svolgimento delle attività sopraelencate debba essere utilizzato anche in zona bianca. In zona bianca, però, rimane anche il Green pass ottenuto con il tampone per accedere a ristoranti all’aperto, palestre, piscine e in generale alle attività sportive.

Cosa non cambia

Mascherine all’aperto in zona gialla

In zona bianca la mascherina non è obbligatoria all’aperto, ma va indossata in tutti i luoghi chiusi o che potrebbero creare assembramento, come da attuali disposizioni. Diventerebbe invece obbligatoria all’aperto e al chiuso nel caso di passaggio in zona gialla, arancione e rossa. Restano quindi invariate le misure finora vigenti.

Durata e validità dei tamponi

Per ottenere il Green pass tramite tampone rimangono invariate le tipologie che la durata dei test: il Certificato resta valido in caso di un tampone molecolare negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti o rapido nelle 48 ore precedenti. Non verrà quindi ridotta la durata di validità.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM