Leader G7 sull’Iran: «Stop a forniture alla Russia»

«Se l’Iran dovesse procedere con la fornitura alla Russia di missili balistici o tecnologie correlate, siamo pronti a rispondere rapidamente e in modo coordinato» dicono i leader del G7.

Palazzo Chigi
Palazzo Chigi
New call-to-action

«Ribadiamo il nostro appello alle Nazioni terze affinché cessino immediatamente di fornire sostegno materiale alla guerra di aggressione illegale e ingiustificabile della Russia contro l’Ucraina; in caso contrario dovranno affrontare gravi costi» è l’incipit del messaggio diffuso oggi a firma dei leader del G7.

«Siamo estremamente preoccupati per le notizie secondo cui l’Iran sta valutando la possibilità di trasferire missili balistici e la relativa tecnologia alla Russia dopo aver fornito al regime russo droni che vengono utilizzati in incessanti attacchi contro la popolazione civile in Ucraina».

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

«Chiediamo all’Iran di astenersi dal farlo, poiché ciò contribuirebbe alla destabilizzazione regionale e rappresenterebbe un sostanziale incremento materiale del suo sostegno alla guerra della Russia in Ucraina – un’aggressione che costituisce una chiara violazione del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite».

«Se l’Iran dovesse procedere con la fornitura alla Russia di missili balistici o tecnologie correlate, siamo pronti a rispondere rapidamente e in modo coordinato, anche con nuove e significative misure contro l’Iran».

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono