Il presidente della Liguria Toti indagato per corruzione, ora ai domiciliari

La Guardia di finanza questa mattina ha arrestato il Governatore della Liguria Giovanni Toti. In merito alle accuse di corruzione si dice «tranquillissimo».

Giovanni Toti
Giovanni Toti

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, è sottoposto a arresti domiciliari per un’inchiesta condotta dalla Dda di Genova e dalla Guardia di finanza riguardante accuse di corruzione. «Siamo tranquillissimi» ha dichiarato Toti mentre rientrava nel suo appartamento a Genova, accompagnato da personale della Guardia di finanza in borghese. Affaticato, il governatore aveva in mano l’ordinanza di oltre 600 pagine emessa dalla Procura.

Secondo quanto riportato dal Giudice per le indagini preliminari di Genova nell’ordinanza di custodia cautelare, nel corso delle quattro competizioni elettorali avvenute in 18 mesi, tra il 2021 e il 2022, Toti, spinto dalla necessità di reperire fondi per le campagne elettorali, avrebbe sfruttato il suo ruolo e i suoi poteri per favorire interessi privati in cambio di finanziamenti, ripetendo questo schema con diversi imprenditori.

LEGGI ANCHE: L’Hellas Verona acquista il centro sportivo Bottagisio

«Siamo vicini al nostro presidente Toti, certi che abbia sempre agito nell’esclusivo interesse della Liguria. Auspichiamo che venga fatta chiarezza al più presto e che il presidente possa così dimostrare la sua più totale estraneità ai fatti contestati». Così il vicepresidente della Regione Liguria Alessandro Piana e gli assessori della Giunta. Ai sensi dell’articolo 41 dello Statuto, il presidente è sostituito pro tempore in tutte le sue funzioni dal vicepresidente nella pienezza dei poteri. L’attività amministrativa della Regione Liguria prosegue senza soluzione di continuità.

«È molto sereno e tranquillo», ha ripetuto tre volte l’avvocato Stefano Savi, sottolineando che «non si parla di dimissioni, ma di sospensione dalla funzione».

LEGGI ANCHE: Verona, entrano in servizio 17 nuovi medici di base (su 213 zone carenti)