Decreto Rilancio, congedo genitori fino al 31 agosto

Esteso di un mese, dal 31 luglio al 31 agosto, il periodo in cui i genitori di bambini fino a 12 anni, dipendenti di ditte private, possono chiedere un congedo fino a 30 giorni, a testa, al 50% della retribuzione.

epa08001439 A mother holds her prematurely born baby in the Preterm Birth Ward of Heim Pal Children's Hospital in Budapest, Hungary, 15 November 2019 (issued 16 November 2019). World Prematurity Day is observed on 17 November since 2011 to raise awareness of preterm birth. On average one in every ten children is born preterm, meaning before the 37th week of the pregnancy, or of less than 2,500 grams of newborn bodyweight. The annual number of preterm deliveries is currently about 15 million worldwide. EPA/MARTON MONUS ATTENTION: This Image is part of a PHOTO SET HUNGARY OUT

Lavori in commissione Bilancio alla Camera che sta esaminando gli emendamenti al Dl Rilancio. In giornata dovrebbe essere votata una serie di emendamenti su temi come gli incentivi al settore automotive e le scuole paritarie. L’intenzione del presidente della commissione, Claudio Borghi, è di licenziare il Dl Rilancio nel pomeriggio. Il provvedimento è atteso per lunedì in Aula a Montecitorio, per l’inizio della discussione generale. Il governo dovrebbe porre la fiducia.

Congedo genitori fino al 31 agosto – E’ esteso dal 31 luglio al 31 agosto il periodo (che parte dal 5 marzo) per il quale i genitori di bambini fino a 12 anni che siano dipendenti di ditte private possono chiedere un congedo fino a 30 giorni (a testa) al 50% della retribuzione. E’ quanto prevede un emendamento al Dl Rilancio approvato in commissione Bilancio alla Camera.

Più facile importare mascherine – La Commissione Bilancio alla Camera ha approvato un emendamento al Dl Rilancio per semplificare l’importazione e la validazione delle mascherine chirurgiche e dei dispositivi di protezione individuale. L’obiettivo è «assicurare alle imprese il necessario fabbisogno di mascherine chirurgiche e di dispositivi di protezione individuale e di sostenere la ripresa in sicurezza delle attività produttive” definendo criteri semplificativi per l’importazione, l’immissione in commercio e la validazione dei prodotti, pur assicurando l’efficacia protettiva, “in deroga alle norme vigenti, fino al termine dello stato di emergenza COVID-19». La norma prevede che i criteri semplificativi per le mascherine chirurgiche vengano stabiliti entro 10 giorni dall’entrata in vigore del Dl Rilancio “da un Comitato tecnico composto da un rappresentante dell’ISS, che lo presiede, un rappresentante designato dalle Regioni, un rappresentante dell’Ente Unico di Accreditamento Nazionale-ACCREDIA, un rappresentante di UNI e un rappresentante degli Organismi Notificati indicato dalle associazioni degli Organismi di valutazione della conformità socie di Accredia. Il supporto amministrativo al Comitato è assicurato dall’ISS”.

200 mln per sicurezza aziende – Per «sostenere ulteriormente la ripresa delle attività produttive in sicurezza delle imprese» in via eccezionale per il 2020, l’Inail utilizza 200 milioni di euro. E’ quanto stabilito di un emendamento al Dl Rilancio approvato in commissione Bilancio alla Camera. I progetti finanziati saranno scelti con un bando.

Ok a emendamento per 6 mln per frontalieri – La commissione Bilancio alla Camera ha approvato un emendamento al Dl Rilancio che riconosce un contributo da 6 milioni in favore dei lavoratori frontalieri, che svolgono la loro attività nei Paesi limitrofi ai confini nazionali, «che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro dal 23 febbraio 2020». (ANSA)