Confagricoltura: «Gli agricoltori continueranno a produrre per garantire il cibo»

Paolo Ferrarese, presidente di Confagricoltura Verona, invia un’esortazione alle oltre 1.800 aziende agricole dell’associazione a continuare con l’impegno che da sempre contraddistingue il settore primario. «Massimo l'impegno nel tutelare le nostre aziende in questo momento buio» afferma.

Paolo Ferrarese
Paolo Ferrarese

Paolo Ferrarese, presidente di Confagricoltura Verona, invia un incoraggiamento a tutte le oltre mille e 800 aziende agricole che fanno parte dell’associazione, per «continuare con l’impegno, che da sempre contraddistingue il settore primario, verso tutta la comunità, in questo momento di emergenza, per produrre e assicurare le materie prime per garantire l’approvvigionamento della filiera agroalimentare».

«Il nuovo decreto emanato ieri dal presidente del Consiglio dei ministri per contenere l’epidemia da Covid-19  specifica che resta garantita l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agroalimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi» sottolinea Ferrarese. «È evidente perciò il ruolo strategico affidato all’agricoltura in questo difficile momento».

«Certamente ci saranno difficoltà, ma le affronteremo mantenendo il sangue freddo e rimanendo uniti» continua Ferrarese. «Il settore primario assicura materie prime anche in situazione di difficoltà ed è il primo anello di una filiera che oggi, in particolare, non deve essere interrotta e arrivare al consumatore».

«Confagricoltura garantirà il massimo impegno per sostenere e tutelare le aziende impegnate nei settori dell’agriturismo, del florovivaismo, della fornitura di prodotti a ristoranti e di tutte le realtà maggiormente colpite da questa situazione di blocco delle attività» conclude Ferrarese. «Ma non smetteremo di porre la massima attenzione anche alle pratiche commerciali sleali, alle difficoltà di reperimento dei lavoratori, all’approvvigionamento di mezzi tecnici e a molte altre difficoltà che questa crisi sta producendo».

Confagricoltura Verona, con i propri uffici, continuerà ad essere al servizio degli agricoltori per sostenerli, assisterli e assicurare a tutti i servizi fondamentali per proseguire l’attività. Nel prestare assistenza, dovrà però operare garantendo la sicurezza degli associati e degli operatori, come impongono le disposizioni di legge e il senso di responsabilità. Verranno privilegiate le comunicazioni via mail e telefoniche, consentendo l’accesso agli uffici soltanto su appuntamento.