Aviaria, un focolaio nel Trevigiano. Attivate le misure necessarie

Sono circa 700 i capi nell'allevamento di Silea in cui si è sviluppato un focolaio di influenza aviaria. Dovranno essere abbattuti.

allevamento avicolo focolaio aviaria
Allevamento avicolo, foto d'archivio.

Un focolaio di influenza aviaria si è verificato in un allevamento di circa 700 capi nel territorio comunale di Silea, in provincia di Treviso.

Alla luce dei campionamenti eseguiti dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, che oggi hanno dato esito positivo per influenza aviaria ad alta patogenicità, si è riunita l’Unità di Crisi della Regione Veneto, cui hanno partecipato l’Ulss 2 Marca Trevigiana e l’IZS.

L’Ulss 2 ha emanato l’ordinanza di abbattimento degli animali e individuato la ditta incaricata, che procederà utilizzando le metodologie previste perché l’operazione avvenga senza sofferenza da parte degli animali.

LEGGI ANCHE: Il comandante Altamura: «Borgo Roma non è il Bronx»

È inoltre in corso di predisposizione un’ordinanza del Presidente della Regione in cui verranno assunte varie misure nella zona di protezione (entro 3 chilometri dal focolaio) e in quella di sorveglianza (fino a 10 chilometri).

L’unità di Crisi fa appello ai proprietari di allevamenti, anche piccoli o famigliari che si trovino nei 10 chilometri dal focolaio, di segnalare immediatamente l’eventuale verificarsi di mortalità anomala ai veterinari dell’Ulss, che provvederanno alle analisi del caso.

LEGGI ANCHE: Verona, scontro auto-moto. Un morto

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv