In Valpolicella un film per riflettere sui cambiamenti climatici

Il cortometraggio “Erbacce”, realizzato da un migliaio di studenti di Primaria, Secondaria Inferiore e Superiore, verrà proiettato al Be Cinema di Arbizzano il 7, 8 e 9 giugno alle 21.

Erbacce cortometraggio cambiamenti climatici Valpolicella film

In Valpolicella un film per riflettere sui cambiamenti climatici

Il futuro del nostro pianeta verde nello sguardo dei giovanissimi. È questo il tema del cortometraggio “Erbacce” che verrà proiettato al Be Cinema di Arbizzano il 7, 8 e 9 giugno alle ore 21. Il progetto è stato realizzato da un migliaio di studenti di Primaria, Secondaria Inferiore e Superiore.

L’iniziativa

Nato un’idea progettuale di Hermete coop., “Climascapes” è un’iniziativa sui cambiamenti climatici del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola promosso da MiC e MiM. È rivolta agli studenti degli Istituti ISIS Calabrese Levi di San Pietro In Cariano, Comprensivo di Negrar di Valpolicella, Comprensivo Dante Alighieri di S. Ambrogio di Valpolicella e all’Educandato Statale Agli Angeli di Verona. Per tre mesi gli studenti hanno lavorato in classe e all’aperto con educatori, esperti su clima e ambiente, registi, sceneggiatori, tecnici del montaggio.

L’obiettivo era dunque offrire alle nuove generazioni strumenti originali e utili per affrontare la preoccupazione per i cambiamenti climatici. Inoltre, mira a vincere la cosiddetta eco-ansia partecipando attivamente alla prevenzione così da accelerare un cambio radicale nei comportamenti dei singoli e nelle politiche pubbliche.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Il commento di Elly Zampieri, responsabile dell’area culturale di Hermete

«I ragazzi hanno risposto in maniera molto positiva – racconta Elly Zampieri, responsabile dell’area culturale di Hermete -. Quando si è trattato di rappresentare la propria visione della natura, la maggior parte l’ha raffigurata come Amica e Benigna, un partner da rispettare, intelligente, con cui interloquire. Per noi educatori, dunque, a differenza del quadro generale allarmistico, dovuto anche alla cronaca delle ultime settimane, è stato confortante vedere come nella proiezione di un futuro i nostri figli immaginino alberi trasformati in “case di cura per anziani malati” o “aule dove fare lezione”».

Il progetto è stato sostenuto dal Comune di Negrar e ha visto concretamente in campo, oltre agli educatori di Hermete coop., anche l’associazione Le Fate, il Circolo del Cinema e la casa di produzione cinematografica Ezme Film che, ciascuno per il proprio ambito professionale, hanno realizzato laboratori creativi e poi vere e proprie troupe cinematografiche.

L’analisi di Francesco Lughezzani, di Ezme Film

«Abbiamo iniziato a lavorare partendo dal tema dei cambiamenti climatici – spiega Francesco Lughezzani, di Ezme Film – per capire quale fosse il sentire degli studenti, fornendo informazioni e raccogliendo reazioni. Quindi insieme a loro abbiamo lavorato alla costruzione di un vero e proprio film collettivo, con i più piccoli accompagnati dagli esperti di animazione nella realizzazione delle sequenze animate in stop-motion, e gli studenti di Medie e Superiori coinvolti nell’intero processo – dalla scrittura di un breve soggetto alla progettazione del design dei personaggi e alle riprese -. Tutto è andato poi a confluire nella produzione finale di un cortometraggio di 20 minuti che sarà proiettato nelle sale e mandato ai concorsi, e che racconta la visione che dell’ambiente hanno oggi i giovanissimi e il rapporto dinamico e fiducioso che fortunatamente hanno ancora con la Natura».

«Come eravamo già intimamente convinti, l’educazione all’immagine, l’arte delle riprese e del montaggio, e lo studio del linguaggio cinematografico, si sono rivelati strumenti particolarmente coinvolgenti e, oltre a contribuire a sviluppare consapevolezza e conoscenze critiche nei più giovani, in molti casi ha fatto conoscere anche un ambito su cui, hanno detto i ragazzi, proseguire negli studi e magari anche sviluppare una professione».

LEGGI ANCHE: Zanzare: nelle farmacie veronesi il kit antilarvale a prezzo calmierato

Il cortometraggio

Il cortometraggio “Erbacce” raccoglie dunque tutte le parti di questo lavoro, e sarà proiettato con ingresso libero il 7 e 8 giugno nella sala BeCinema di Villa Albertini di Arbizzano di Negrar di Valpolicella. Testimonierà inoltre l’impegno delle giovani generazioni della comunità della Valpolicella, contribuendo a diffondere un messaggio di partecipazione e di protagonismo per una trasformazione di atteggiamenti e abitudini, in una prospettiva di sostenibilità integrale.

Ricevi (gratis) il Verona Eventi

Scopri tutti gli eventi e spettacoli della settimana a Verona e provincia!
Esce il mercoledì

CLICCA QUI PER RICEVERLO GRATUITAMENTE!