A San Martino Buon Albergo 80mila euro per il pagamento delle utenze

La quota massima erogabile per ciascun nucleo familiare sarà di 500 euro, a seconda dell’ammontare del proprio ISEE. È possibile presentare la domanda entro il 23 gennaio.

San Martino Buon Albergo caro bollette 80mila euro
Il Municipio di San Martino Buon Albergo
New call-to-action

Per far fronte all’emergenza energetica e ai conseguenti rincari che stanno mettendo in difficoltà numerosi nuclei familiari del territorio, il Comune di San Martino Buon Albergo – attraverso l’intervento di ISAC (Istituzione Servizi al Cittadino), promotore e sostenitore del progetto – ha avviato un bando pubblico per il sostegno straordinario e temporaneo di tali soggetti per un ammontare di 80mila euro.

Un’iniziativa che arriva anche alla luce del recente Tavolo tecnico d’ambito per il contrasto alla povertà della Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 9 Scaligera, dal quale è emerso un orientamento condiviso tra i comuni capofila (Verona, San Bonifacio, San Giovanni Lupatoto e San Martino Buon Albergo).

LEGGI LE ULTIME NEWS

I requisiti

Fino alle ore 12 del 23 gennaio 2023, i cittadini interessati potranno fare richiesta di accesso al bando, che agevolerà i pagamenti delle utenze domestiche del secondo semestre 2022, rispettando i seguenti requisiti:

  • residenza anagrafica nel comune di San Martino Buon Albergo
  • cittadinanza italiana o di uno stato appartenente all’UE, cittadinanza di stati non appartenenti all’UE purché titolari di permesso o carta di soggiorno
  • conti correnti bancari o postali di tutto il nucleo familiare con un ammontare non superiore a settemila euro;
  • attestazione ISEE non superiore a 14mila euro.

«Quella che si sta verificando a livello locale e nazionale ­– afferma il Sindaco Giulio Furlani – è una vera e propria emergenza energetica che sta mettendo in forte difficoltà numerosi soggetti e nuclei familiari del nostro territorio. Per questo motivo si è deciso di mettere a bilancio 80mila euro per aiutare i cittadini nel pagamento delle bollette e quindi promuovere questo bando che, nel contesto attuale, ritengo di doverosa importanza».

Aggiunge Franco De Santi, Presidente di ISAC: «Come ISAC abbiamo deciso di istituire questo bando perché negli ultimi mesi abbiamo registrato un significativo incremento delle richieste da parte di cittadini residenti per un sostegno al pagamento delle utenze di energia elettrica e gas, a causa dell’aumento esponenziale dei costi energetici. Questa situazione non è più sostenibile per numerose persone e famiglie le quali, se rimanessero prive di sostegno, cadrebbero inevitabilmente al di sotto della soglia di povertà. Il bando arriva proprio per sostenere questi soggetti e contrastare preventivamente tali situazioni di crescente difficoltà».

La quota massima erogabile per ciascun nucleo familiare sarà di 500 euro, a seconda dell’ammontare del proprio ISEE. Le domande dovranno essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune nei tempi e nelle modalità indicate dal bando.

La documentazione è online sul sito del Comune.