Venerdì l’assemblea della Banca di Verona

Banca di Verona (sede Lugo di Grezzana)

Venerdì alle 18 al teatro di Cadidavid l’assemblea annuale di Banca di Verona per approvare i conti e il rinnovo delle cariche, presente il presidente nazionale di Iccrea Maino.

L’assemblea annuale dei soci della Banca di Verona si tiene venerdì 10 maggio alle 18 nel teatro di Cadidavid. All’ordine del giorno l’approvazione del bilancio chiuso al 31 dicembre 2018 e il rinnovo delle cariche sociali della Bcc.

All’assemblea sarà presente anche Giuseppe Maino, presidente del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea a cui ha aderito anche la Banca di Verona. Maino guida il cda eletto nei giorni scorsi in cui è entrato a far parte anche Flavio Piva, presidente della Banca di Verona, che rappresenta l’area Triveneta all’interno del nuovo soggetto creditizio, quarto a livello nazionale.

La Banca di Verona chiude il 2018 nel segno del rafforzamento patrimoniale, con un miglioramento degli indicatori della solidità e con una crescita della raccolta. È stato un anno particolarmente importante nel quale la Bcc guidata da direttore generale Valentino Trainotti ha aderito al gruppo nazionale Iccrea e ha anche varcato i confini provinciali e regionali aprendo nella vicina Ala, in Trentino, una filiale dedicata alle imprese.

Il patrimonio netto sale a 91,585 milioni di euro e salgono, soprattutto, i fondi propri ai fini di Vigilanza (che determinano l’adeguatezza patrimoniale della Banca) da 85,427 milioni del 31 dicembre del 2017 agli attuali 90,148 milioni (non comprensivi dell’utile secondo semestre). La raccolta complessiva da clientela supera gli 850 milioni (850,981 contro gli 829,742 del 2017) con incremento del 2,56%. L’utile netto si attesta a 4,671 milioni di euro, in leggero calo rispetto 4,788 milioni del 2017, un calo contenuto nonostante la forte contrazione degli utili da negoziazione e cessione titoli di proprietà (da 2,142 milioni nel 2017 a 1,157 milioni), in conseguenza del mutato scenario dei mercati finanziari.