Un webinar per illustrare i progetti sulla mobilità veronese

Domani 25 settembre si terrà un webinar sul sito dell'Ordine degli Ingegneri per visionare in anteprima il rendering dell'intervento previsto al casello di Verona Sud. Il direttore tecnico generale dell'Autostrada del Brennero, Carlo Costa, presenterà invece i lavori in programma sull’autostrada A22 e sarà inoltre illustrato lo stato dell'iter per la realizzazione di nuovi binari sulle linee Milano-Venezia e Verona-Brennero.


Verona, nodo centrale tra due corridoi europei che veicolano merci e persone, attraverso autostrade e reti ferroviarie. È questo il focus del webinar, proposto dall’Ordine degli Ingegneri di Verona nell’ambito della rassegna Open, che si svolgerà venerdì 25 settembre, tra le 9.30 e le 12.30 in modalità online. La partecipazione al webinar è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione sulla piattaforma gotowebinar. Tutti i dettagli sul sito dell’Ordine degli Ingegneri.

L’evento rappresenta l’occasione per visionare il video in cui l’Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A., tramite il direttore generale Bruno Chiari, presenterà in anteprima il rendering dell’intervento previsto al casello di Verona Sud, con la realizzazione di un nuovo asse di collegamento, lungo via Morgagni-Genovesa, tra la città, la tangenziale, il parcheggio e la rotatoria di via Vigasio.

Sempre nel video si potrà vedere come sarà delineato lo sdoppiamento degli impianti di casello e l’aspetto dell’ampia «rotatoria con piazza ipogea» su più livelli prevista all’entrata del casello. Il direttore tecnico generale dell’Autostrada del Brennero, Carlo Costa, presenterà invece i lavori in programma sull’autostrada A22, che prevedono l’implementazione della corsia dinamica da Verona verso nord, fino a Bolzano, e la realizzazione della terza corsia tra Verona e l’interconnessione con l’A1 a Modena.

Carlo De Giuseppe, direttore territoriale Nord-Est di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., illustrerà lo stato dell’iter realizzativo che, entro il 2027, assicurerà la funzionalità di nuovi binari sulle linee Milano-Venezia e Verona-Brennero, progettati con moderni criteri di potenziamento ed efficientamento della capacità dei corridoi, e una nuova stazione dedicata all’alta velocità.

Indispensabile, nel complessivo scenario che interessa l’intera mobilità attorno a Verona, è il ruolo di coordinamento degli interventi nel nodo centrale da parte dell’amministrazione comunale. Da qui la presenza al webinar del vicesindaco ed assessore alle infrastrutture ed alla viabilità, Luca Zanotto, e dell’assessore alla pianificazione urbanistica e all’ambiente, Ilaria Segala.

«Il convegno presenta le prospettive di sviluppo infrastrutturale che interessano i corridoi europei core della Rete TEN-T Scandinavo-Mediterraneo (N-S) e Mediterraneo (E-W) -, evidenzia Valeria Reale Ruffino, vicepresidente dell’Ordine degli Ingegneri di Verona e curatrice della rassegna -. Per questo abbiamo voluto dare voce agli attori principali».

«I due corridoi europei, oltre a contenere fondamentali arterie viabilistiche autostradali, trovano completamento con le linee ferroviarie Milano-Venezia e Verona-Brennero, oggetto di epocali interventi di adeguamento e modernizzazione», le fa eco Andrea Renso, segretario della Commissione Lavori Pubblici dell’Ordine, ribadendo quanto siano fondamentali le iniziative del Comune a livello urbano, per la pianificazione e l’integrazione dei sistemi di trasporto e comunicazione.