“Traiettorie”, stasera in Arena si discute della ripartenza

Stasera, nella cornice dell'Arena di Verona, avrà luogo "Traiettorie. percorsi per ripartire", un momento per riflettere su come vogliamo essere ripartendo dal patrimonio prezioso che abbiamo: le nostre imprese, la nostra storia, il nostro legame con l'Europa.

Confindustria Verona e i suoi imprenditori promuovono “Traiettorie. Percorsi per ripartire”, un appuntamento pubblico dedicato al territorio veronese, questa sera, nell’Arena di Verona, luogo simbolo della città.

Sarà un momento per riflettere su come vogliamo essere ripartendo dal patrimonio prezioso che abbiamo: le nostre imprese, la nostra storia, il nostro legame con l’Europa e un modo per dimostrare che, in sicurezza, possiamo tornare alla normalità. La normalità che serve adesso per disegnare nuove traiettorie, per recuperare e andare oltre.

«Il nostro territorio e le nostre imprese sono stati colpiti duramente dall’emergenza Covid-19. Abbiamo affrontato momenti davvero difficili. Adesso ci stiamo impegnando in una ripresa complessa per la quale abbiamo bisogno di energia, di positività e soprattutto di normalità – ha spiegato Michele Bauli, presidente di Confindustria Verona -. La nostra normalità fatta di aziende, di Europa e di cultura. Da qui vogliamo ripartire anche con una riflessione pubblica per lanciare un messaggio di fiducia e forza alla città, colpita e ferita dalla pandemia e per valorizzare Verona: storia, cultura, imprese».

Figure autorevoli si alterneranno nella cornice dell’Arena, intervistate da Maria Concetta Mattei, giornalista RAI, per portare le proprie idee e traiettorie per il futuro.

Gli ospiti

  • Massimo Osanna, professore di Archeologia e direttore generale Musei del Mibact, che accompagnerà i presenti nell’esplorazione del valore delle radici storiche e culturali e di come la cultura possa essere motivo di sviluppo e innovazione;
  • Lorenzo Bini Smaghi, economista, il compito di parlare di Europa come unica dimensione possibile, politica ed economica. Una scelta di visione fatta 50 anni fa che negli anni ha vissuto momenti contrastanti di attrazione e repulsione. C on la pandemia ha avviato un cambio di rotta e un ruolo diverso.
  • In chiusura Carlo Bonomi, Presidente Confindustria, tirerà le fila del pomeriggio.