Riparte l’attività formativa di Confartigianato

Al via cinque giorni di webinar gratuiti per tutti gli imprenditori. Valeria Bosco, Segretario di Confartigianato Imprese Verona: «Un’iniziativa dedicata alla fase di riapertura e che si svilupperà in futuro».

Valeria Bosco - Segretario Confartigianato Imprese Verona

Con l’avvicinarsi di quello che potrebbe essere un allentamento del cosiddetto “lockdown”, con l’obiettivo di supportare e aiutare le attività produttive del territorio, in un momento in cui è fondamentale ritrovare fiducia nel futuro, Confartigianato Imprese Verona e UPA Servizi, ente di formazione accreditato, hanno programmato, per celebrare la giornata del lavoro del 1° maggio, una “cinque-giorni” di seminari on-line, totalmente gratuiti, su svariate tematiche di interesse, da offrire agli imprenditori dell’intera provincia.

«Fino ad ora, abbiamo dato priorità all’emergenza sanitaria e ci siamo concentrati sulle informazioni da fornire agli imprenditori, alla loro preparazione in termini di sicurezza e alla loro tutela e rappresentanza – spiega Valeria Bosco, Segretario di Confartigianato Imprese Verona, neo nominata anche Amministratore Delegato di UPA Servizi Srl – ma a due mesi dal fermo del nostro ente di formazione si è resa necessaria anche una riflessione sulla nostra responsabilità in termini di contributo alla ripartenza, con strumenti utili, in un mondo completamente nuovo, un mercato con dinamiche modificate e sfide impensate».

Prima dell’emergenza Covid-19, UPA Servizi Srl formava circa 3.000 soggetti ogni anno, tra titolari, dipendenti e collaboratori. Dal 2016 sono cambiati gli ambiti: dopo il “boom” della formazione obbligatoria sulla sicurezza del 2012, nel 2016 l’ente ha erogato 2.300 ore di formazione. «Nel 2019 ci siamo assestati sulle 900 ore annue – aggiunge Bosco –, perché le imprese, nel frattempo, si sono regolarizzate, formando i nuovi assunti e procedendo agli aggiornamenti. Solo per quanto riguarda la formazione dei lavoratori, siamo arrivati ad una stabilità di 500 ore annue (sempre dal 2016 ad oggi), a conferma del fatto che tale formazione è ormai routine, al di là dell’obbligo normativo, e questo ci tranquillizza sul fatto che imprese e lavoratori siano effettivamente preparati e pronti, anche per la cosiddetta ‘fase 2’ dell’attuale emergenza. Interessante il dato sul ricorso ai fondi FART, il Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua, che dal 2016, con 300 ore, si è oggi assestato sulle 750 ore, dimostrando che le imprese hanno voluto investire in formazione organizzativa, finanziaria, per il controllo di gestione e sulla comunicazione. Per quanto riguarda il Fondo Sociale Europeo (FSE), invece, si è registrata una diminuzione, dalle 1,200 ore del 2016 alle 150 nel 2019, in linea con le politiche regionali di bandi a sostegno delle classi deboli, come disoccupati, neet, e altre figure, prima che alle imprese».

«Oggi, fermi da esattamente due mesi, il nostro lavoro di aggiornamento e formazione si è interrotto – continua il Segretario di Confartigianato Imprese Verona –, così come bloccato è il processo delle qualifiche e la circolarità delle competenze. Non possiamo più aspettare, anche se in questo momento dipendiamo da decisioni di altri e le relazioni interpersonali hanno lasciato spazio alla tecnologia, che è tanta, ma va incanalata e gestita. Abbiamo coinvolto anche i Sindaci dei 98 comuni della nostra provincia, chiedendo loro di veicolare l’iniziativa dei ‘webinar’ gratuiti presso gli imprenditori del loro territorio, perché come noi stanno vivendo i disagi, le instabilità e le preoccupazioni di questo periodo».

Il ciclo di seminari on-line, dunque, è in programma dal 29 aprile al 3 maggio, con ben 14 appuntamenti snelli, chiari e pragmatici, «durante quelli che speriamo essere gli ultimi giorni della fase 1 – conclude Valeria Bosco – tarati sull’attuale momento, ma soprattutto su un prossimo futuro di convivenza con il virus. A seguire, ripartirà la nostra intera attività formativa a catalogo e quella dedicata ad ogni nuova esigenza che si svilupperà come conseguenza dell’attuale esperienza: gli imprenditori devono tornare ad avere la possibilità di qualificarsi per lavorare, secondo quanto dettato dalle leggi, sia dal vivo, quando sarà possibile, sia attraverso la formazione a distanza, per ottimizzare i tempi». 

I temi sui quali sono stati programmati i seminari gratuiti sono suddivisi in aree; per fortificarci: gestione dello stress, comunicazione attraverso la tecnologia, la psicologia del nuovo marketing; per relazionarci con clienti e fornitori: gestione privacy, recupero dei crediti, gestione del personale, social media, app e funzionalità informatiche; per guardarsi dentro e riprogrammarsi: Mercato Elettronico Pubblica Amministrazione (MePA), controllo di gestione, pianificazione della liquidità; per programmare la riapertura: sicurezza, processi di sanificazione, progetto “Il tuo bisogno”, come migliorare i processi aziendali.

Per prendere parte, liberamente e gratuitamente, ai seminari basterà registrarsi on-line sul sito confartigianato.verona.it. Per informazioni: tel. 0459211555, info@confartigianato.verona.it.