Ordinativi dell’industria di nuovo giù: da gennaio -2,7 per cento

Gli ordinativi dell’industria a febbraio tornano a calare, segnando un ribasso del 2,7 per cento rispetto a gennaio. Lo rileva l’Istat, spiegando che il dato riflette una “leggera” contrazione delle commesse provenienti dal mercato interno (-0,4 per cento) e una “più marcata” diminuzione di quelle arrivate dall’estero (-6,0 per cento).

Anche su base annua si registra una flessione complessiva del 2,9 per cento (in termini grezzi), su cui pesa una perdita del 7,7 per cento sull’estero, la peggiore dal giugno del 2017. E il fatturato dell’industria a febbraio registra un nuovo, seppure “modesto”, aumento congiunturale: +0,3 per cento. La crescita è “sostenuta dal mercato interno” (+0,8 per cento), mentre risultano in calo i ricavi di quello estero (-0,9% per cento). Su base annua il fatturato totale sale dell’1,3 per cento (dato corretto per gli effetti di calendario), con incrementi sia sul fronte nazionale che estero. (Ansa)