Lavoro, secondo uno studio, i neogenitori sono più innovativi

lavoro neogenitori più innovativi
Una coppia sspinge un passeggino sul lungomare di Genova, 31 luglio 2018. Ondata di calore in Liguria con bollino rosso anche per il 2 agosto, prolungata dunque di altre 24 ore dal Ministero di Salute rispetto all'allerta diramato ieri. Arpal ha emesso un avviso meteorologico per avvertire dell'ondata di calore con elevato disagio a causa di temperature elevate e tassi d'umidità medio alti. ANSA/LUCA ZENNARO

Ricerca di Valore D e Maam in 16 aziende, nasce l’osservatorio.

Capacità di risolvere i problemi, gestire il cambiamento, la comunicazione e l’innovazione. Diventare genitori non significa solo difficoltà di far coincidere orari ed esigenze ma anche acquisizione di competenze, apportando benefici alle aziende e rendendole più competitive.

È quanto emerge da uno studio di Valore D e Maam, che hanno dato vita all’Osservatorio Genitorialità, una palestra di management, su 3.396 neogenitori (madri e padri con età media di 38 e 39 anni) con figli di età compresa tra 0 e 3 anni, il 22% occupa posizioni manageriali e di questi il 46% sono donne e il 54% sono uomini.

Lo studio mette in luce che i genitori con figli piccoli possiedono gli stessi tratti degli innovatori: il 44% dichiara di analizzare con più attenzione le situazioni per trovare soluzioni più efficaci, il 27% cerca soluzioni alternative con maggiore perseveranza (“mi adatto, improvviso, provo e riprovo”) e il 64% riferisce un migliore, più veloce ed efficace problem solving. (Ansa)