L’Amarone Masi parla cinese su WeChat

Amarone Masi

La cantina Masi ha aperto un account ufficiale su WeChat, una delle app più diffuse in Cina, per creare un canale diretto con gli amanti del vino cinesi, mercato presidiato da anni dall’azienda di Gargagnago.

“Complimenti alla Cantina Masi che, con questa iniziativa, crea un ulteriore biglietto da visita a livello internazionale per le nostre produzioni vinicole, che così diventano ancora più performanti a livello mondiale”. Così il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta la notizia dell’Amarone Masi di Verona che sbarca sull’app cinese WeChat, la più diffusa in Asia. Con il nuovo account ufficiale Masi vuole creare una community rivolta ai winelover cinesi e asiatici.

“La viticoltura e l’enologia del Veneto – aggiunge il Governatore – troveranno un giovamento generale dalla nuova community, e questo è un fatto estremamente positivo per noi, che siamo i primi produttori italiani di vino con oltre 11 milioni di ettolitri, con 52 vigneti a denominazione”.