Intesa e Calzedonia donano 11 mila indumenti ai pazienti Covid-19

La donazione per aiutare le famiglie che non possono recarsi negli ospedali per il ricambio di biancheria intima ai loro cari.

Sandro Veronesi

Undicimila indumenti intimi sono stati consegnati da Intesa Sanpaolo in collaborazione con il Gruppo Calzedonia ad alcuni ospedali della Lombardia e del Veneto per essere distribuiti gratuitamente ai pazienti Covid-19 ricoverati che non ricevono il ricambio necessario dalle famiglie ferme a causa della quarantena.

Una parte dei capi sono stati acquistati da Intesa Sanpaolo, mentre altri sono stati donati dal gruppo Calzedonia. Gli ospedali interessati sono: Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Spedali Civili di Brescia, Ospedale di Cremona, di Oglio Po e Nuovo Robbiani di Soresina in provincia di Cremona, Azienda Ospedale – Università di Padova.

Con l’emergenza sanitaria, Intesa Sanpaolo ha deciso di orientare verso i pazienti coronavirus il suo progetto “Golden Links: i legami sono oro” nato due anni fa per contrastare la necessità di indumenti intimi da parte di persone e famiglie indigenti attraverso il coinvolgimento di organizzazioni non profit e aziende clienti della banca.