Iccrea e CereaBanca, Zuliani: «Potrebbe risvegliare appetiti extraterritoriali»

«Vista l'attuale tendenza alle fusioni bancarie, essendo presenti sul territorio le due cugine CereaBanca e Banca Veronese, auspico un “matrimonio” fra le due realtà», queste le parole del senatore Cristiano Zuliani in merito alle le vicende relative a Iccrea Banca e CereaBanca.

cerea banca cristiano zuliani lega salvini

Il senatore della Lega Cristiano Zuliani lascia un commento riguardo le vicende relative a Iccrea Banca e CereaBanca.

«”Ritorno alla tradizionale missione di banca del territorio” così recita il comunicato di Iccrea Banca. Da parlamentare locale non posso che accogliere positivamente tali parole, dopo un periodo in cui ho ricevuto diverse telefonate di soci e risparmiatori dell’istituto bancario in preda all’apprensione e alla paura, relativamente ai propri capitali e risparmi».

Prosegue: «Tuttavia il clamore dovuto alla destituzione di una parte del Cda, potrebbe avere risvegliato degli appetiti extraterritoriali. Vista l’attuale tendenza alle fusioni bancarie, essendo presenti sul territorio le due cugine CereaBanca e Banca Veronese, auspico un “matrimonio” fra le due realtà, per una maggiore solidità, di un possibile forte polo bancario a trazione “Pianura veronese ” o come a me piace definire “Bassa Veronese”. Assicuro che non ci sarà nessun mio intervento politico per forzare la cosa, ma “se son rose fioriranno”».

Conclude: «Certo l’idea di un istituto bancario con una forte identità territoriale è una cosa che mi piacerebbe moltissimo, a me grande appassionato delle pianure e delle valli e innamorato del mio territorio con tutte le sue peculiarità che spaziano dalle attività produttive e agricole e perché no, anche alle realtà bancarie originariamente rurali e artigiane».