Gli albergatori contro l’hotel di lusso in cantiere

Negli ultimi giorni negli uffici dell’Edilizia privata è stato depositato il progetto per il recupero del cosiddetto Quadrilatero, nel cuore di Verona: gli spazi saranno destinati alla realizzazione di un cinque stelle superior della catena Marriott. In una nota l'Associazione Albergatori rende note le sue perplessità.

hotel marriott international cinque stelle superior quadrilatero verona albergo albergatori
Dalla pagina Facebook Marriott Hotels.

In una nota l’Associazione Albergatori rende note le sue perplessità nei confronti della riqualificazione del Quadrilatero in favore della costruzione di un hotel di lusso della multinazionale americana Marriott International.

«Verona non ha bisogno di strutture di lusso bensì di eventi a cinque stelle per alzare l’asticella della qualità e rivitalizzare il ricettivo attualmente presente. Pensare di incrementare i posti letto di fascia alta nel centro cittadino, dove ricordiamo vi sono già tre strutture di lusso esistenti (una delle quali appena ultimata), senza legare queste valutazioni a seri e approfonditi studi di mercato è superficiale e poco puntuale. Negli ultimi anni il mercato alberghiero locale è cresciuto sensibilmente determinando un arretramento preoccupante delle tariffe medie applicate, condizionate anche dalle circa quattromila locazioni turistiche che entrano evidentemente nel nostro mercato». 

Leggi anche: Variante 29, si progetta la nuova vita del palazzo Fedrigoni

«La riqualificazione di questo quadrilatero poteva avere un destino di più alto profilo, maggiormente rivolto alla città stessa e non banalmente ricadere nella solita speculazione immobiliare. Nel merito ci siamo confrontati con il Sindaco e l’assessore portando numeri e approfondimenti tecnici ma evidentemente non sono stati considerati. Assisteremo ad un film già visto: hotel a cinque stelle che gradualmente si posizionerà su fasce minori entrando nel mercato dei quattro e tre. Questa è la triste realtà. Un’altra occasione persa per far crescere per davvero il nostro territorio».

Leggi anche: Albergatori, Cavara: «Settore falcidiato, in attesa di ristori»