Fondo Nuove Competenze, un sostegno per le aziende veronesi

Arrivano i fondi per la formazione e le politiche attive del lavoro per le aziende veronesi. Con il decreto ministeriale del 9 ottobre 2020 è operativo il cosiddetto Fondo Nuove Competenze.

Di Emiliano Galati per CISL

Il Fondo ha lo scopo di sostenere la ripresa graduale delle attività e i processi di adeguamento organizzativi e produttivi delle imprese scaligere tramite l’innalzamento delle competenze dei lavoratori.

Possono accedere a questo Fondo tutte i datori di lavoro del settore privato che sottoscrivono specifici accordi di rimodulazione dell’orario di lavoro per cambiamenti organizzativi e produttivi.

Gli accordi possono essere sottoscritti a livello aziendale e territoriale dalle associazioni datoriali e dei lavoratori più rappresentative sul territorio nazionale.

La cosa utile del progetto riguarda anche il fatto che questo fondo rimborsa il costo, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali, delle ore di lavoro in riduzione destinate alla frequenza dei percorsi di formazione. Il costo delle attività resta a carico dell’azienda con l’aiuto del co-finanziamento di amministrazioni pubbliche nazionali o regionali oltre ai fondi paritetici interprofessionali come Forma.Temp (il fondo di formazione bilaterale delle agenzie per il lavoro e delle organizzazioni sindacali del settore).

I datori di lavoro locali possono ora presentare istanza ad Anpal per accedere agli interventi del Fondo nuove competenze: è online sul portale Anpal (Agenzia nazionale delle politiche attive del lavoro) l’avviso che disciplina la procedura.