Vertenza Atv, i sindacati chiedono l’intervento del presidente Bettarello

Oggi l'incontro fra sindacati e Atv. All'orizzonte lo sciopero del trasporto pubblico locale veronese proclamato per l’intera giornata di venerdì 25 ottobre.

vertenza atv

Questa mattina Stefano Facci, Massimo Castellani e Lucia Perina, segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil Verona, accompagnati dai rispettivi segretari delle categorie trasporti, si sono confrontati con il presidente di Atv srl, Massimo Bettarello, per cercare di condividere un percorso che risolva la vertenza aziendale che si protrae da diversi mesi, che è stata alla base degli scioperi dei giorni 23 giugno e 11 settembre.

Nel corso dell’incontro i segretari confederali oltre a ribadire la necessità di risolvere il grave problema salariale hanno chiesto di rendere proficue e costruttive le relazioni sindacali e di ricercare con tutti gli strumenti possibili soluzioni che possano scongiurare lo sciopero del trasporto pubblico locale veronese proclamato per l’intera giornata di venerdì 25 ottobre, migliorino la qualità del servizio e infine garantiscano maggiore sicurezza a utenti e lavoratori.

Al termine della riunione i segretari generali hanno proposto di calendarizzare una serie di incontri entro il 25 ottobre, ai quali dovranno presenziare nuovamente il presidente Atv srl e le segreterie generali di Cgil, Cisl e Uil, per rispondere alle richieste avanzate dai lavoratori che hanno aderito in maniera massiccia agli ultimi due scioperi.

Il presidente Bettarello, che ha raccolto tutte le richieste e le osservazioni dei segretari generali, si è impegnato a consultarsi con il Consiglio di Amministrazione Atv srl affinché i soci gli diano pieno mandato a trattare gli argomenti che sono stati al centro dell’incontro.

Cgil, Cisl e Uil auspicano che le problematiche e le proposte avanzate nel corso della riunione possano trovare soluzioni soddisfacenti per tutti i soggetti coinvolti nella vertenza, diversamente sarà inevitabile lo sciopero di venerdì 25 ottobre.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.