Cybersecurity, Phoenix affianca Nethive nell’operazione Alcedo

La Divisione Corporate Finance di Phoenix Capital ha assistito i fondatori di Nethive nel disegno del piano industriale, nell’analisi e nella scelta delle opzioni strategiche per lo sviluppo, nella selezione degli investitori e nell’esecuzione completa dell’operazione Alcedo sino al suo buon esito.

Phoenix Nethive
Seduti da sinistra: Alessandro Bellato e Diego Rocco, co-fondatori di Nethive. In piedi da sx: Alberto Medici e Giorgio Bottà (Divisione Corporate Finance di Phoenix Capital); al centro da sinistra, gli avvocati Anna Papacchini e Cristina Biglia (Belluzzo Mercanti Associazione Professionale).

La Divisione Corporate Finance di Phoenix Capital, guidata da Giorgio Bottà, ha supportato con successo – dall’ideazione sino al closing dello scorso 25 maggio – i fondatori di Nethive SpA, società tra i leader italiani del settore della cybersecurity, nell’operazione straordinaria che ha visto l’ingresso di Alcedo SGR, attraverso il Fondo Alcedo IV, nel capitale della società per una quota del 53%.

Con sede a Limena (Padova), Nethive è stata fondata nel 2014 da Alessandro Bellato e Diego Rocco, sulla base della loro ventennale esperienza come manager in aziende attive nell’erogazione di servizi gestiti di networking & security per clienti pubblici e privati di grandi dimensioni. Nethive si è evoluta nel tempo focalizzandosi nei servizi professionali e ad alto valore aggiunto di advanced system integration e cybersecurity, che oggi rappresentano il core business della società.

La mission della società è la gestione in tempo reale di eventi e incidenti di sicurezza attraverso i più moderni strumenti di connessione, diagnosi e analisi: Nethive è dotata di un SOC (security operation center) che racchiude un team di operatori altamente qualificati, grazie al quale offre un presidio 365 giorni all’anno, 24 ore su 24. La società, inoltre, implementa piattaforme software e sviluppa middleware di integrazione e automazione personalizzati attraverso la propria attività di ricerca e sviluppo interna.

LEGGI LE ULTIME NEWS DI ECONOMIA

Nethive si rivolge ad una clientela premium, offre i propri servizi sia direttamente che tramite partner e può vantare relazioni stabili e di lungo periodo con i propri clienti, tra i quali vi sono gruppi leader nel settore delle telecomunicazioni, della pubblica amministrazione, dei servizi bancari ed assicurativi e dell’industria.

La società, che conta ad oggi circa 30 risorse e un fatturato atteso per l’anno in corso di oltre 8 milioni di euro, fin dalla sua fondazione è stata caratterizzata da una spiccata crescita dei ricavi (CAGR 2018-2020 +116%) e della marginalità. I maggiori punti di forza di Nethive risiedono nella consolidata professionalità del proprio management team, nell’elevata qualità e affidabilità dei servizi offerti, nelle soluzioni tecnologicamente avanzate ed automatizzate.

Il Corporate Finance di Phoenix Capital, mettendo in opera tutta la propria caratteristica ampiezza e concretezza di servizio, ha assistito i fondatori dei Nethive sin dalle prime riflessioni di sviluppo strategico, supportando nella predisposizione del piano industriale, nella analisi, valutazione e scelta tra le possibili diverse forme e modalità di funding strategico, nella selezione dei possibili interlocutori per una operazione straordinaria sul capitale, sino all’affiancamento pragmatico ed operativo lungo tutto il processo, sino al closing dello stesso.

Nel deal Giorgio Bottà, responsabile della Divisione, è stato affiancato da Alberto Medici, senior consultant della stessa divisione. Il supporto professionale nella execution del deal è stato arricchito dalla importante e consolidata collaborazione, sui fronti legale e fiscale, con Belluzzo Mercanti Associazione Professionale, per la quale hanno agito gli avvocati Cristina Biglia e Anna Papacchini e i dottori Giovanni Mercanti e Giovanni Grimaldi.

«Un’operazione di cui siamo molto orgogliosi per la qualità che da sempre riconosciamo a Nethive, nostro partner storico e leader nel settore della cybersecurity. Abbiamo unito competenze con forte spirito di servizio, puntando a conservare la fiducia di cui siamo depositari perché le cose possano succedere: questo è l’approccio che ci contraddistingue e che abbiamo perseguito con successo anche in questa operazione», queste le parole di Giorgio Bottà, responsabile della Divisione Corporate Finance di Phoenix Capital, che ha raccolto e rilanciato la soddisfazione espressa anche dal presidente di Phoenix Group, Giulio Fezzi.

Alessandro Bellato e Diego RoccoCo-Amministratori Delegati di Nethive, spiegando il significato dell’operazione hanno dichiarato: «In questo momento Nethive si trova di fronte a scelte strategiche che coinvolgono numerose variabili esogene ed endogene al sistema aziendale. Per questo motivo abbiamo deciso di accogliere un ulteriore apporto sia in termini di competenze sia di capitali garantito da Alcedo».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM