Confcommercio: «Stagione lirica decisiva per l’economia veronese»

Paolo Artelio, presidente della sezione turismo di Confcommercio Verona e della Federazione provinciale dei pubblici esercizi Fipe-Confcommercio, offre il pieno appoggio e la massima disponibilità delle categorie a sostegno dell'operato della Fondazione Arena.

Paolo Artelio
Paolo Artelio

«La filiera del turismo punta sulla Stagione lirica, volano di straordinaria importanza per Verona e tutta la sua provincia, e auspica quindi possa svolgersi nelle migliori condizioni possibili, compatibilmente con le limitazioni causate dall’emergenza sanitaria: è questa la sfida-chiave per il rilancio dell’economia veronese». Lo afferma Paolo Artelio, presidente della sezione turismo di Confcommercio Verona e della Federazione provinciale dei pubblici esercizi Fipe-Confcommercio, che offre il pieno appoggio e la massima disponibilità delle categorie a sostegno dell’operato della Fondazione Arena.

Leggi anche: Roméo et Juliette di Gonoud in Arena (ma online)

Un appello pro-Stagione lirica è contenuto in una lettera inviata nei giorni scorsi dal presidente di Federalberghi-Confcommercio Verona Giulio Cavara e dall’omologo di Verona Booking Alessandro Tapparini ai vertici della Fondazione (il presidente Federico Sboarina, la sovrintendente Cecilia Gasdia e il direttore generale Gianfranco De Cesaris): nella missiva si sottolinea come «a prescindere dalla quantità di pubblico che si potrà accogliere, sia fondamentale dare un segnale di continuità nella prospettiva di continuare a generare, sulla economia cittadina oggi devastata, l’importante indotto diretto e indiretto riconducibile al nostro splendido Festival». 

Lo scorso anno la realizzazione del Festival, pur con tutte le limitazioni, ha comunque mostrato una città viva e dato un segnale importante, scrivono i firmatari della lettera. “In questo momento storico così complicato per tutti noi – aggiungono – manifestiamo la nostra vicinanza alla Fondazione: in tempi in cui regna l’incertezza e risulta impossibile fare qualsiasi tipo di previsione, anche rispetto all’immediato futuro, è per noi di grande importanza sapere che state lavorando per realizzare la stagione lirica 2021».