Confartigianato e Polstrada Veneto: rinnovato il Protocollo sulla sicurezza

Si rinnova anche per il 2021 il protocollo d’intesa tra Confartigianato Imprese Veneto e Polizia di Stato-Polizia Stradale, per promuovere la cultura della sicurezza stradale tra gli imprenditori artigiani di tutte le categorie. A riguardo saranno organizzati una serie di webinar che «approfondiranno varie tematiche», spiega Paolo Brandellero, Presidente di Confartigianato Trasporti Verona.

Paolo Brandellero - Presidente Confartigianato Trasporti Verona
Paolo Brandellero, Presidente Confartigianato Trasporti Verona

Si rinnova anche per il 2021 il protocollo d’intesa, ormai decennale, tra Confartigianato Imprese Veneto Polizia di Stato-Polizia Stradale, per promuovere la cultura della sicurezza stradale tra gli imprenditori artigiani di tutte le categorie, partendo, nello specifico dai professionisti dell’autotrasporto di cose e persone, per arrivare a chiunque utilizzi mezzi e veicoli in conto proprio.

Leggi anche: Confartigianato Impianti: «Ritirare e correggere il Decreto Controlli»

Una collaborazione confermata con la sigla del protocollo che, nei prossimi mesi, si concretizzerà in percorsi informativi, che, considerato il momento, Confartigianato organizzerà online, con il qualificato intervento dei Dirigenti e dei Funzionari della Polstrada, esperti nelle specifiche materie e di volta in volta individuati tra coloro che quotidianamente operano come specialisti nelle Sezioni della Polizia Stradale del Veneto.

Il primo appuntamento, in collegamento web, a partecipazione gratuita, sarà dedicato in particolare a tutti gli Autotrasportatori del Veneto, dal titolo “Primo Pacchetto Mobilità Comunità Europea – Novità rispetto ai tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali”, ed è in programma sabato 17 aprile, dalle 10 alle 11.30. Per partecipare è necessario iscriversi, compilando il modulo online presente sul sito di Confartigianato.  

Interverrà, per i saluti, Michele Varotto, Presidente regionale Confartigianato Trasporto Merci, che lascerà poi la parola al Sovrintendente del Compartimento Polstrada Veneto, Filippo Salvalaio, il quale illustrerà i contenuti di quello che è stato definito il Primo Pacchetto europeo sulla Mobilità, che lo scorso anno ha introdotto diverse novità rispetto ai tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali e che, per il prossimo futuro, riserverà ulteriori sviluppi di rilevante impatto sull’attività degli autotrasportatori.

«Il webinar di sabato 17 aprile – spiega Paolo Brandellero, Presidente di Confartigianato Trasporti Verona – è solo il primo di una serie di vere e proprie “lezioni magistrali” programmate fino a settembre, che faranno da preludio ad un percorso formativo ad hoc per il settore. Un’occasione unica per l’approfondimento di varie tematiche, tra cui le novità del codice della strada, il trasporto rifiuti, il trasporto merci pericolose ADR, il trasporto di animali vivi, il fissaggio del carico, il rinnovo CQC, patenti, CFP e patentini, le revisioni e le proroghe italiane e comunitarie. Consiglio ai colleghi di non perdere questi appuntamenti che promuoveremo di volta in volta».

Leggi anche: Bilancio Polstrada, quasi un terzo di incidenti mortali in meno nel 2020

«Il protocollo d’intesa con la Polstrada del Veneto – afferma il presidente regionale Varotto – testimonia il nostro costante impegno per la sicurezza, completando un quadro che abbiamo costruito negli anni anche attraverso l’Ente Bilaterale dell’Artigianato Veneto. La sicurezza sul lavoro è da perseguire con la massima efficacia, curando le relazioni con i soggetti istituzionali. In questo senso il rapporto con la Polstrada regionale ci apre orizzonti nuovi di collaborazione».

«Anche quest’anno abbiamo voluto proseguire nell’impegno assunto, rispondendo con entusiasmo alla richiesta di collaborazione avanzata dai vertici di Confartigianato – ha dichiarato il responsabile del Compartimento Polizia Stradale del Veneto, Dirigente Superiore dr. Ottavio Aragona -. Sono convinto che i migliori risultati si possano raggiungere solo mediante l’azione sinergica di tutti gli attori a vario titolo coinvolti, ancor più quando, come in questo caso, si tratta di intervenire in un settore la cui regolamentazione è demandata all’applicazione di una normativa nazionale e comunitaria particolarmente complessa ed in costante evoluzione». 

LEGGI LE ULTIME NEWS DI ECONOMIA

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM