Coldiretti, Salvagno: «Vedo il futuro in grande espansione»

In occasione della 15esima Settimana Veronese della Finanza, abbiamo intervistato Daniele Salvagno, presidente di Coldiretti Verona e Veneto.

Coldiretti, principale organizzazione di imprenditori agricoli in Italia e in Europa, rappresenta 16 mila aziende agricole sul territorio veronese e quasi 60 mila aziende su tutto il Veneto.

Dichiara Daniele Salvagno, presidente di Coldiretti Verona e Veneto: «Siamo un piccolo esercito di imprenditori agricoli», dal latte alla carne, dalla frutta alla verdura, dal vino all’olio. È questa diversità a essere – prosegue Salvagno – «la forza del nostro territorio, che siamo orgogliosi di poter rappresentare in tutte le sue forme e istituzioni».

Mission di Coldiretti è garantire alle imprese agricole opportunità di sviluppo e reddito, soprattutto in un momento delicato come quello attuale: «È fondamentale stare loro vicino e fare in modo che possano avere i ristori necessari per le mancate produzioni e programmazioni».

Commenta Salvagno: «C’è da dare un vanto a tutti questi agricoltori che si sono adoperati per non far mancare il prodotto agricolo su tutta la filiera alimentare. Questa è stata la grande forza di un territorio che non si ferma mai, abituato alle avversità atmosferiche e che non si spaventa certo con una pandemia».

Leggi anche Coldiretti, la reazione dei produttori veneti

Il periodo è naturalmente segnato anche da alcune preoccupazioni, guardando tuttavia sempre avanti: «Le difficoltà non mancano, però abbiamo davanti a noi un grande futuro: quello di essere italiani e di sapersi rimboccare le maniche, anche senza aspettare gli aiuti di qualcuno ma facendo della propria volontà e imprenditorialità una capacità di modifica del proprio pensiero». Tante le iniziative realizzate in questo periodo: il mercatino “a chilometro zero”, la spesa a casa del cliente, l’incremento delle vendite online e, nel mondo degli agriturismi, la creazione di un pasto caldo, anche per chi non lo avesse, e la proposta di un menu “solidale” sicuramente portato a casa.

«Vedo il futuro in grande espansione, al termine di questa pandemia. Chi ha risparmiato fino ad oggi non vede l’ora di poter far una cena in famiglia all’aperto, una vacanza al mare e consumare i prodotti di un territorio, magari durante una visita in campagna. Penso che questa sia la vera ripartenza di un Paese che non si ferma mai e l’agricoltura ne è l’emblema», conclude Daniele Salvagno, presidente di Coldiretti Verona e Veneto.