Cattolica Assicurazioni, +20% la raccolta premi 2019

Cattolica Assicurazioni ha chiuso il 2019 con una raccolta complessiva di 7 miliardi, salita del 19,9% sul 2018.

Paolo Bedoni, presidente Cattolica Assicurazioni

Cattolica Assicurazioni ha chiuso il 2019 con una raccolta complessiva di 7 miliardi, salita del 19,9% sul 2018, grazie a una crescita sia nel ramo vita (+30%) che in quello danni (+2,5%).

Il risultato operativo si è attestato a 302 milioni (+3,2%), nonostante l’impatto negativo di 42 milioni legato a eventi atmosferici. L’utile netto di gruppo ha segnato invece un calo del 29,7% a 75 milioni, scontando l’effetto di una serie di poste negative come la svalutazione dell’avviamento (13 milioni), la perdita dalla cessione di Cattolica Life (7 milioni), svalutazioni su immobili (10 milioni). La compagnia ha deciso di rinviare la decisione sul dividendo alla luce della volatilità dei mercati finanziari e la convocazione dell’assemblea a dopo il 30 aprile.

«Abbiamo chiuso un anno positivo, caratterizzato da tante sfide che abbiamo saputo cogliere ed affrontare con coraggio e determinazione» ha commentato il presidente Paolo Bedoni. «In un contesto sempre più concorrenziale, i risultati del nostro Gruppo hanno confermato ancora una volta la crescita registrata negli scorsi anni e la solidità della nostra Compagnia. Grazie al prezioso lavoro dei dipendenti, degli agenti e delle reti distributive, guidati dalla compagine manageriale e dal Consiglio di Amministrazione, Cattolica Assicurazioni continua a essere un attore economico di riferimento per i territori e per il Paese, nonostante gli scenari non ottimali rispetto al quadro macroeconomico e del comparto assicurativo».

«L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in queste settimane sta mettendo a dura prova il sistema economico e finanziario dell’intero Paese, ma abbiamo la forza e la competenza per superarla, come è già stato nella lunga storia della nostra società, con l’aiuto di ciascuno di noi e delle Istituzioni, nazionali ed europee. Anche Cattolica – conclude Bedoni – è chiamata a dare il suo contributo e, come sempre, farà di tutto per garantire sicurezza e sviluppo ai territori e alle comunità in cui opera».

Carlo Ferraresi, Direttore Generale del Gruppo Cattolica Assicurazioni, ha commentato: «Al termine dell’esercizio 2019 il profilo del Gruppo Cattolica Assicurazioni è quello di una società solida e con un business in crescita. Registriamo una raccolta complessiva in forte aumento a 7 miliardi di euro e buoni livelli degli indicatori tecnici e patrimoniali, nonostante una dinamica competitiva molto accentuata e tassi di interesse più bassi del previsto. L’esercizio si chiude con un risultato operativo in crescita a 302 milioni di euro, a dimostrazione della capacità manageriale e industriale del Gruppo».

A fronte della diffusione della pandemia Covid-19, Cattolica Assicurazioni ha intrapreso numerose iniziative per aiutare clienti, agenti e l’intera popolazione italiana, particolarmente quella presente sui territori in cui la Società è più radicata. Ad oggi tali azioni si possono quantificare in oltre sei milioni di euro di contributi, suddivisi in erogazioni a favore di numerosi clienti per far fronte alle interruzioni delle loro attività economiche, oltre a molteplici interventi a favore di strutture ospedaliere, segnatamente nelle province più colpite.

CORONAVIRUS: LEGGI GLI AGGIORNAMENTI