Cariverona si muove nel mercato dell’editoria

Fondazione Cariverona ha annunciato in serata di aver sottoscritto quote del capitale di NEM (Nord Est Multimedia) e di aver presentato un'offerta irrevocabile d'acquisto per una quota azionaria di minoranza di Athesis.

Fondazione Cariverona, Alessandro Mazzucco e Filippo Manfredi
Alessandro Mazzucco e Filippo Manfredi
New call-to-action

Fondazione Cariverona ha comunicato in serata «di aver sottoscritto – in sede di aumento – quote del capitale di Nem (società dell’imprenditore Enrico Marchi che nell’agosto scorso ha acquistato sei quotidiani del Gruppo GEDI di Veneto e Friuli Venezia Giulia e la testata online Nordest Economia), assumendovi – come annunciato – una partecipazione di minoranza (pari allo 0,9%). Sempre in esecuzione di una delibera del Consiglio d’Amministrazione presieduto dal professor Alessandro Mazzucco, Cariverona ha presentato un’offerta irrevocabile d’acquisto per una quota azionaria di minoranza – pari all’1% – di Athesis, posta recentemente in vendita. Ai fini del perfezionamento dell’acquisizione, la Fondazione attende il termine fissato per l’eventuale esercizio dei diritti di prelazione previsti».

La nota prosegue: «Come già sottolineato in una nota precedente, le due opportunità d’investimento nel settore editoriale sono state oggetto di valutazione da parte di Cariverona, in ragione delle sfide pressanti che l’economia locale sta affrontando anche nel campo dell’informazione, particolarmente rilevante sul piano civile. L’intervento concretizza quindi – nelle misure proprie per una Fondazione di origine bancaria – un’attenzione per gli impegni assunti sia da Nem sia da Athesis a tutela e consolidamento dell’editoria giornalistica nel Nordest, in una fase di grande trasformazione del settore, caratterizzata da dinamiche di riassetto, consolidamento, transizione digitale. È un ambito – quello della crescita strategica dei gruppi d’impresa, anche attraverso acquisizioni e aggregazioni – in cui Fondazione Cariverona vanta un impegno consolidato e proprie esperienze maturate, confermando dunque il sostegno dello sviluppo dei propri territori anche attraverso l’affiancamento di iniziative locali d’impresa attentamente valutate e con la promozione del lavoro qualificato, dell’innovazione tecnologica e di una cultura civile diffusa».

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM