Borse a picco. Giovannetti: «Conseguenza prevedibile»

Il presidente di CFO Solutions commenta il lunedì nero per le borse di tutto il mondo.

Lunedì nero per le borse di tutto il mondo. Il doppio colpo inferto dall’epidemia di coronavirus e dalla querelle geopolitica tra Russia e Arabia Saudita che hanno rimandato il vertice Ocse sul petrolio, hanno inciso pesantemente sui principali mercati finanziari.

Piazza Affari ha perso mediamente tra il 9% e l’10%, Wall Street attorno al 5% e lo spread ha superato la soglia dei 220 punti base.

«Uno scenario prevedibile dopo l’andamento della settimana scorsa. – afferma Andrea Giovannetti, presidente di CFO Solutions – I mercati in questo momento sono in grande sofferenza e uno scenario simile non si registrava dal 2008 con la crisi di Lehman Borthers. Il petrolio che tocca uno dei suoi minimi storici, con il prezzo che scende del 30% è un campanello d’allarme perché è indice di una preoccupazione per una paralisi generale del sistema energetico e del trasporto mondiale».