Assemblea di Confindustria, Bauli: «Serve sistema ma Verona cresce»

Si sta tenendo in queste ore, all’Auditorium di Calzedonia a Dossobuono, l’Assemblea pubblica di Confindustria Verona.

Gli obiettivi di crescita non sono sogni impossibili. A dirlo Confindustria Verona che in queste ore sta tenendo la 74esima Assemblea Pubblica “L’Ambizione del Possibile”. «La ricetta la prepara il governo: è un suo compito ma l’importante sono i risultati. Le competenze sono tutto.» ha spiegato Michele Bauli, presidente di Confindustria Verona. Gli ha fatto eco Vincenzo Boccia. Il numero uno degli industriali ha riordinato le priorità: prima imprese e lavoratori poi «Qualsiasi intervento per ridurre la pressione fiscale va bene».

L’eccellenza scaligera parla da sola con un tessuto economico che da 23 trimestri segna performance positive della produzione industriale, un interscambio commerciale di 27 miliardi di euro, il quinto posto in Italia ma serve un’Europa più forte perché «Le economie non sono isole ma sono tutte correlate tra loro» ha chiosato Bauli durante l’assemblea moderata da Enrico Bertolino. Sempre su Ue e sulla ormai probabile procedura di infrazione da parte della Ue, Boccia ha precisato«La procedura d’infrazione non è nell’interesse nazionale».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.