Arera premia Megareti per la continuità della fornitura

Il riconoscimento, di 284mila euro, si basa sulla valutazione della qualità tecnica del servizio di distribuzione dell’elettricità in relazione alla continuità della fornitura. Il presidente di Megareti Alessandro Montagna: «I soldi ottenuti da Arera permetteranno nuovi investimenti sul territorio».

Meno interruzioni dell’elettricità rispetto agli standard nazionali; o interruzioni mediamente più brevi. È un premio all’efficienza quello assegnato ancora una volta da Arera (l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) a Megareti, l’azienda del gruppo Agsm che si occupa del servizio di distribuzione e misurazione dell’energia elettrica e del gas naturale a Verona e in alcuni comuni del mantovano e del vicentino. 

Il riconoscimento, 284mila euro, è uno dei più alti assegnati dall’Authority e si basa sulla valutazione della qualità tecnica del servizio di distribuzione dell’elettricità in relazione alla continuità della fornitura.

«Confermare il premio già ottenuto negli ultimi due anni è motivo di grande soddisfazione – spiega il presidente di Megareti Alessandro Montagna -. Da una parte perché i soldi attribuiti da Arera permetteranno nuovi investimenti sul territorio, dall’altra perché il premio è la conferma che i cittadini e le aziende veronesi continuano a beneficiare di standard di qualità sempre più elevati».

La qualità tecnica del servizio viene valutata in base alla continuità della fornitura elettrica. Gli indicatori misurati e controllati sono la durata media delle interruzioni lunghe e il numero medio di interruzioni lunghe e brevi per cliente all’anno limitatamente ai casi senza preavviso, che sono quelli che poi ricadono sotto la responsabilità del distributore (per esempio eventi atmosferici di particolare intensità o guasti improvvisi).

Il numero e la durata media delle interruzioni sono soggetti a regolazione incentivante. Ai distributori vengono infatti attribuiti premi o penalità e Megareti va ancora una volta a premio.

«I miglioramenti della continuità del servizio rispetto al livello tendenziale assegnato per l’ambito sono in linea con le previsioni dei nostri tecnici sia per quanto riguarda l’indicatore di riferimento D1, che prende in esame la durata degli stacchi, sia per l’indicatore di riferimento N1, che invece si riferisce al numero delle interruzioni – spiega il Direttore operativo di Megareti Livio Negrini -. Particolarmente significativo il dato della durata media delle interruzioni elettriche: 12,76 minuti per Megareti, meno della metà dei 28 minuti/utenti stabiliti da Arera».

«Il nostro impegno per rendere il servizio sempre più performante continua, – conclude Montagna – ma dovremo moltiplicare sforzi e investimenti per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici in atto che comporteranno nel corso dei prossimi anni interventi mirati per rendere la rete più resiliente e ridurre ancora di più i tempi di ripristino del servizio».