Scuola di teatro dello Stabile, il programma degli spettacoli di giugno

Nella prima metà di giugno nel Piccolo Teatro di Giulietta e al Teatro Nuovo sono in programma gli spettacoli di fine anno della scuola di teatro dello Stabile di Verona. Trecento quest’anno gli iscritti.

Dopo la presentazione, lo scorso 23 maggio, del romanzo collettivo Lo spessore delle cose frutto del corso di scrittura creativa tenuto da Marco Ongaro all’interno della scuola di teatro dello Stabile di Verona, vanno ora in scena gli spettacoli finali dei vari corsi di teatro. La scuola, promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Verona, ha fatto registrare quest’anno trecento iscritti.

Il primo spettacolo è un Match d’improvvisazione teatrale coordinato da Alessandro Zanetti ed è in programma il 3 giugno dalle 20.30 nel Piccolo Teatro di Giulietta: un debutto per gli allievi del primo anno, una prova più complessa per quelli del secondo, un impegnativo match per quelli del terzo anno che affronteranno improvvisazioni di durata medio-lunga con riferimenti ai grandi classici del teatro e del cinema.

Sarà la volta, il 4 e 5 giugno alle 21.00 al Teatro Nuovo, di Robin di Loxley… che storia! I giovani allievi del “teatro ragazzi” (insegnanti Elisabetta Tescari e Lidia Roncolato) si faranno cantastorie per raccontare le gesta di Robin Hood che sfida la tirannia di re Giovanni. L’11 giugno alle 20.30 nel Piccolo Teatro di Giulietta gli allievi del corso base di recitazione tenuto da Sabrina Carletti metteranno in scena Suocera e nuora – Venti contrari, aria di tempesta dove i diverbi, più che dai ruoli, dipendono dalle classi sociali, dagli stili di vita, dalla diversa età. Seguirà, nell’interpretazione degli allievi del corso intermedio condotto da Mirko Segalina, Breve sogno, fiaba- commedia (tratta dal Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare) che sbeffeggia benevolmente l’amore romantico e il nonsense della vita degli uomini.

Il 13 giugno alle 20.30 nel Piccolo Teatro di Giulietta gli allievi del corso base di recitazione tenuto da Giulia Cailotto saranno gli interpreti di Campanilismi, pout-pourri di surreali e spiazzanti personaggi di Achille Campanile con la loro paradossale comicità. Chiuderà la serata Anche il corvo è rauco, rivisitazione del Macbeth di Shakespeare messa in scena dagli allievi del corso intermedio tenuto da Nevio Gambula.

I biglietti per il Piccolo Teatro di Giulietta hanno un costo di 5 €. Per il Teatro Nuovo 10 € (Under 12, 5 €).