Rosa Brunello e Los Fermentos chiudono rassegna jazz a “Le Cantine de l’Arena”

Volge al termine la 14^ stagione musicale nel rinomato jazz club veronese. Sul palco per l’ultimo appuntamento un astro nascente del jazz moderno.

Martedì 23 aprile alle ore 22.00, per l’ultimo appuntamento della Rassegna “Jazz Club”, la bassista Rosa Brunello presenta il suo nuovissimo album “Shuffle Mode”.

Rosa Brunello è una giovane bassista con una forte creatività, con la voglia di proporre un suo progetto personale, ma soprattutto con la capacità necessaria per concretizzarlo. L’album, uscito il 15 febbraio 2019, è “una collezione di temi moderni affrontati con estrema sicurezza, in cui le capacità tecniche vengono potenziate da elettricità ed effetti, ampliando enormemente le consistenze e la gamma coloristica della musica”.

Il disco è registrato con Los Fermentos, formazione che accompagna stabilmente la bassista, composta dal sassofonista Michele Polga, dal chitarrista Frank Martino e dal batterista Luca Colussi.

In programma altri due appuntamenti prima della chiusura stagionale.

Venerdì 26 aprile alle ore 22:30 un omaggio ai 300 anni di New Orleans, magica città della musica, con Bayou Moonshiners Collective. Per l’occasione il duo si tramuta in quintetto per rendere omaggio al sound più fresco e potente della scena musicale contemporanea della “Big Easy”.

Un repertorio che spazia tra il New Orleans Funky, Soul e Traditional, sapientemente speziato dall’inconfondibile spirito della Louisiana, attraverso le calde note del sax di Luca Toso, il pianoforte indiavolato di Max Lazzarin, la sezione ritmica travolgente di Alessandro Arcuri (basso) e Corrado Battorti (batteria), uniti all’inconfondibile voce di Stephanie Oceen Ghizzoni che colora e impreziosisce uno spettacolo magico.

Per l’ultimo concerto, Domenica 28 aprile alle ore 19.00,  il fisarmonicista bresciano Titti Castrini racconterà la sua passione per la fisarmonica, la buona musica e il suo grande interesse per il patrimonio artistico tradizionale italiano. Castrini, insieme alla Rivolkestra, propone un viaggio attraverso le canzoni, le tradizioni e le atmosfere zigane.

Con lui sul palco  Francesco Palmas (chitarra, voce), Stefano Menato (sax, clarinetto), Davide Veronese (voce, tromba), Vincenzo Albini (violino), Martino De Franceschi (contrabbasso) e Cesare Valbusa (batteria), artisti ben conosciuti nell’area bresciana e veronese.

Tutte le serate sono ad ingresso libero e cenando nel locale è possibile mantenere il tavolo per assistere allo spettacolo.

La nuova stagione partirà ad ottobre, in data ancora da definire.