“Mister Amarone”: la storia di un vino eccezionale

Presentato ieri a Verona, nella Società Letteraria, il libro edito da Mondadori Mister Amarone. Un Uomo e un Vino dal Veneto al Mondo. Il volume, dedicato all’Amarone e a Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola e Federvini, è stato scritto dalla giornalista e scrittrice inglese Kate Singleton.

È un vino con una storia antica e alle spalle ha una fama che lo precede ovunque, anche all’estero. Pronipote dell’Acinatico, un vino prodotto in Valpolicella già dal quarto secolo dopo Cristo, e del Recioto, l’Amarone iniziò ad essere commercializzato solo nel secondo Dopoguerra aprendosi la strada verso l’Olimpo dei migliori vini italiani. Ed è proprio a questo prodotto del “Made in Italy” (o meglio, “made in Verona”) e al suo ambasciatore, Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola, che è dedicato il libro Mister Amarone. Un Uomo e un Vino dal Veneto al Mondo.

Il volume, scritto dalla giornalista e scrittrice inglese Kate Singleton, è stato presentato ieri a Verona alla Società Letteraria. Tra le pagine intrise di storia e curiosità su uno dei prodotti vitivinicoli più particolari del mondo, Boscaini “racconta” anche la sua famiglia, che da ormai sette generazioni produce, tra i molti altri vini, anche l’Amarone.

Mister Amarone, edito da Mondadori, è stato premiato all’XI edizione del concorso letterario “Il vino nella letteratura” della Fondazione Cesare Pavese.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.