Due eventi per scoprire la millenaria storia del libro in Capitolare

Sabato 27 e domenica 28 aprile la biblioteca Capitolare organizza l’esposizione temporanea “Dalla penna al torchio: la forma del libro nei secoli”. L’evento è in collaborazione con Fondazione Discanto e con il patrocinio del Comune di Verona.

Ogni giorno entriamo in contatto con il libro, che ci ha accompagnato fin dall’infanzia, ma qual è la sua storia? Com’è diventato quello che è oggi? Il suo percorso inizia molti secoli or sono, sviluppandosi attraverso civiltà e continenti diversi. L’esposizione ripercorrerà alcune di queste tappe, dalla forma del codice al libro a stampa.

Saranno visibili esemplari significativi e particolarmente preziosi come l’Evangeliario Purpureo, un codice del VI secolo i cui fogli sono stati bagnati nella porpora e scritti con oro e argento. Alcuni esemplari della grande stagione della miniatura ci condurranno nel passaggio dal libro manoscritto al testo a stampa. Saranno visibili alcuni incunaboli, in particolare uno dei più bei libri mai stampati, l’Hypnerotomachia Poliphili, che racchiude in sé splendide immagini (e un enigmatico segreto). Eccezionalmente sarà esposta inoltre una “Vita di Cristo” stampata in Cina nel XVII secolo, con xilografie e ideogrammi cinesi.

In entrambe le giornate sono previsti un turno di visite guidate al mattino (11.30) e un turno il pomeriggio (16.00) al prezzo di dieci euro. Nelle fasce orarie 10.30-11.30 e 12.30-15.00 sarà invece possibile accedere all’esposizione senza guida al prezzo di cinque euro. Prenotazione consigliata per le visite guidate: 388 5758902 – info@capitolareverona.it.

Cod. X – Sanctorum patrum opuscola