Cara Giulietta, le più belle lettere d’amore premiate per San Valentino

Appuntamento con l’amore il 15 febbraio a Verona per il Premio “Cara Giulietta”, l’evento dedicato alle lettere a Giulietta che a migliaia arrivano da tutto il mondo negli uffici del Club di Giulietta.  La giuria delle “Segretarie di Giulietta” – le penne gentili che da anni  rispondono personalmente una risposta personale a ogni messaggio –  ha scelto le tre missive più belle per il 2019.

Le vincitrici del 2019 sono Barbara Taddei, insegnante di Pisa, Alessandra Palombo, barlady di Roma e Biljana Dajic, interprete della Bosnia ed Erzegovina residente a Milano. A Giulietta hanno affidato le loro storie, che vanno ad aggiungersi alle migliaia di parole d’amore che ogni giorno le vengono indirizzate da ogni parte del mondo.

Biljana Dajcic, una delle vincitrici del 2019

“È il coraggio che tu ci hai insegnato Giulietta. L’amore per me è voglia di restituire, è futuro imminente, è sfrigolio nella pancia e scintille negli occhi”, scrive Barbara. “Io ho amato al limite, Giulietta, e sono stata amata in un modo che è difficile descrivere. Non ho più baciato in quel modo, mai più nessun uomo mi ha guardata con quello sguardo”, si confida Alessandra. E Biljana racconta: “Ogni volta quando sento la sua voce il cuore comincia a battermi più forte e sento la felicità. Ma sono disposta ad aspettare. Il mio cuore sa che lui è l’amore della mia vita”.

Il premio, organizzato e ideato dal Club di Giulietta con il patrocinio del Comune di Verona, Assessorato alla Cultura, sarà consegnato venerdì 15 febbraio 2019 nella suggestiva Casa di Giulietta. Le vincitrici riceveranno il profumo Rosso Verona, della maison I profumi del marmo, impreziosito dal tappo-scultura realizzato dall’artista Piera Legnaghi per l’Associazione Nazionale Le Donne del Marmo e trascorreranno il weekend nella città dell’amore grazie all’ospitalità dell’Hotel Due Torri.

Con la lettura delle lettere vincitrici a cura di Carlotta Francescon, Milena Lonardoni e Cecilia Sartori e la performance musicale di Miriam Barbaro, Pietro Franzosi, Davide Rosa e Brandon Finezzo in collaborazione con Aloud, presentano l’evento Marco Ongaro e Giovanna Tamassia.

La Posta di Giulietta appartiene da molti anni alla storia di Verona. Dal lontano 1937, quando il custode della Tomba di Giulietta iniziò a raccogliere e a rispondere alle prime missive, firmandosi “il segretario di Giulietta”, il fenomeno è cresciuto in maniera esponenziale. Grazie all’universalità del mito shakespeariano e all’instancabile attività delle segretarie di Giulietta, sono ormai centinaia di migliaia le lettere conservate oggi negli archivi del Club di Giulietta, un patrimonio di umanità unico al mondo.